21:24 23 Agosto 2017
Roma+ 24°C
Mosca+ 18°C
    Dilma Rousseff

    Brasile, al via la procedura d’impeachment contro Dilma

    Antonio Cruz/Agência Brasil
    Politica
    URL abbreviato
    136714

    Il procedimento passerà ora al vaglio della sessione plenaria della Camera, che entro domenica prossima dovrà decidere, a maggioranza dei due terzi (342 voti su 513), se convalidare la messa in stato di accusa della massima carica dello Stato.

    Con 38 voti a favore e 27 contrari la commissione speciale della Camera dei deputati brasiliana ha dato il via alla procedura d'impeachment della presidente Dilma Rousseff. Il procedimento passerà ora al vaglio della sessione plenaria della Camera, che entro domenica prossima dovrà decidere, a maggioranza dei due terzi (342 voti su 513), se convalidare la messa in stato di accusa della massima carica dello Stato. In caso positivo, l'iter proseguirà al Senato e la Rousseff sarà sospesa dalle sue funzioni.

    Il voto della commissione formata da 65 deputati è arrivato al termine di 11 sedute durante le quali sono state esaminate le accuse mosse alla presidente, relative in particolare a violazioni della normativa fiscale compiute tra il 2014 e il 2015 dalla sua amministrazione per mascherare problemi di bilancio.

    Mentre l'esito del voto è stato salutato da fuochi d'artificio in varie zone della capitale Brasilia, a Rio de Janeiro migliaia di sostenitori di Dilma hanno manifestato contro l'impeachment a fianco dell'ex presidente Ignacio Lula De Silva e una folta comunità di artisti e musicisti: lo slogan, rivolto ai membri dell'opposizione definiti ‘golpisti' e ‘fascisti' è stato ‘per la democrazia!'.

    La tensione resta alta in tutto il Paese. A Brasilia, nel piazzale davanti ai ministeri, sono state piazzate transenne che per tutta la settimana serviranno a dividere i manifestanti a favore o contro la presidente. I gruppi saranno separati come avviene per le tifoserie di calcio: nel lato destro si posizionerà chi chiede la destituzione di Rousseff e in quello sinistro coloro che difendono la continuità del suo mandato.

    L'Istituto Datafolha ha intanto rivelato che se le presidenziali previste nel 2018 si svolgessero oggi, l'ex presidente della Repubblica Lula sarebbe il candidato favorito degli elettori: con il 21% delle intenzioni di voto Lula supererebbe i suoi quattro più probabili avversari politici, Marina Silva (19%), Aecio Neves (17%), Jair Bolsonaro (8%) e Ciro Gomes (7%).    

    Correlati:

    Brasile, milioni di persone in piazza contro Dilma
    Brasile, sarà la Corte Suprema a decidere su accuse a Lula
    Tags:
    Impeachment contro Dilma Rousseff, Dilma Rousseff, Brasile
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik