19:57 06 Luglio 2020
Politica
URL abbreviato
100
Seguici su

Continuano le riunioni ai vertici dell'establishment politico iracheno per cercare di trovare soluzioni all'impasse istituzionale in cui si trova il paese. L'ultima mossa del capo dell'Esecutivo sarebbe dunque quella di mettere agli Esteri una persona dall'altro profilo internazionale e nota negli ambienti diplomatici arabi e occidentali.

In molti continuano a definire più che impantanata la situazione politica ed economica di Baghdad e il rimpasto di governo proposto (o per meglio dire imposto dalla crescente ostilità del popolo) lo scorso 31 marzo dal premier Haider Al Abadi non è ancora riuscito a far trovare la cosiddetta quadra attorno ai componenti che dovrebbero andare a sostituire i vertici dei ministeri iracheni.

L'ultima mossa in ordine di tempo del capo dell'Esecutivo è stata quella di proporre al delicatissimo dicastero degli Esteri Mohammed Ali Hakim, attuale rappresentante diplomatico dell'Iraq alle Nazioni Unite. La nomina di Hakim, secondo quanto riportato dalla stampa locale, sarebbe stata sottoposta al parere del Consiglio supremo islamico (formazione politica di orientamento sciita, guidata da Ibrahim al Jaafari, attuale ministro degli Esteri), a seguito della bocciatura rimediata in prima battuta dalla proposta di rimpasto avanzata da Abadi lo scorso 31 marzo.

Secondo quanto riportato in un documento ufficiale riconducibile alla presidenza irachena, il premier insieme a Fouad Masum (Capo dello Stato) e a Salim al Jubouri (presidente del Parlamento), ha incontrato i rappresentanti delle principali realtà politiche irachene per tornare a discutere nel dettaglio del futuro del governo e, soprattutto, delle riforme ritenute indispensabili per far uscire il paese dal pantano in cui si trova. Tante le ipotesi che circolano in queste ore, ma si fa con sempre maggiore insistenza il nome di Fadel Abdul Nabi al ministero delle Finanze e quello di Abdul Jabbar Alaba al ministero del Petrolio.

Correlati:

L'Iraq non vuole essere teatro del conflitto di interessi geopolitici
Iraq, esercito regolare rallenta la sua marcia verso Mosul
Tags:
Mohammed Ali Hakim, premier Haider al Abadi, Iraq
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook