22:32 26 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
8103
Seguici su

Non c'è alcun ordine di stato per bloccare il business turco o espellerlo dalla Russia, ha affermato la portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova.

Mosca non conduce alcuna campagna persecutoria contro le imprese turche e non cerca di espellere il busines turco dalla Russia, ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

"Non c'è alcun ordine di stato per bloccare il business con i turchi, non è possibile", — ha detto ai giornalisti.

In precedenza il ministro dell'Economia della Turchia Mustafa Elitas aveva dichiarato che nel gennaio 2016 le esportazioni dei beni turchi in Russia sono sceso di quasi 3 volte. Le perdite complessive dell'economia turca a seguito della crisi con la Russia, secondo l'Istituto "Turkish Social, Economic and Political Research Foundation" saranno di circa 11 miliardi di dollari nel corso dell'anno.

Le relazioni tra la Russia e la Turchia sono entrate in crisi dopo che il 24 novembre scorso un caccia turco F-16 ha abbattuto in Siria il bombardiere russo Su-24. Il presidente russo Vladimir Putin aveva definito l'episodio "una pugnalata alla schiena" dai complici dei terroristi ed aveva firmato un decreto sulle misure per garantire la sicurezza nazionale e le sanzioni contro la Turchia.

Correlati:

Capo diplomazia Turchia annuncia “sviluppi positivi” nei rapporti con la Russia
Cremlino: da Turchia nessun accenno su colpevolezza per l'abbattimento del jet in Siria
Alla Turchia 6 miliardi di euro, all'Europa gli immigrati
Tags:
Sanzioni, Business, Economia della Russia, Politica Internazionale, Il Ministero degli Esteri della Russia, Maria Zakharova, Turchia, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook