08:29 21 Giugno 2018
bandiera della Macedonia

Macedonia, da mezzanotte si scioglie il Parlamento dopo lo scandalo dei brogli elettorali

CC BY-SA 2.0 / Arnolds Auziņš / Ohrid, Macedonia
Politica
URL abbreviato
0 60

La decisione, approvata dall’Assemblea già un mese e mezzo fa, porterà a nuove elezioni il prossimo 5 giugno. L’ex repubblica jugoslava vive un periodo di forte instabilità politica a causa delle inchieste giudiziarie che hanno coinvolto esponenti del Governo per presunti illeciti compiuti nell’ambito delle consultazioni del 2012.

"Fino alla mezzanotte del 6 aprile il Parlamento della Macedonia lavorerà attivamente, mentre dal 7 aprile dovrebbe essere sciolto in modo da permettere lo svolgimento delle elezioni parlamentari anticipate il prossimo 5 giugno", queste le parole del Presidente del Parlamento macedone, Trajko Veljanoski, riportate dai maggiori media locali, sullo scioglimento della Camera e la fine della legislatura per i 120 deputati nazionali.

"Ci sono ancora due giorni lavorativi in cui il Parlamento può adottare nuove leggi", ha aggiunto Veljanovski.

Mancano alcuni passaggi formali ma sembra che la decisione di chiudere anticipatamente i lavori dell'Assemblea porterà definitivamente a nuove elezioni. Gli stessi deputati macedoni avevano votato a maggioranza la decisione di rinviare la data delle prossime consultazioni dal 24 aprile al prossimo 5 di giugno, accogliendo così i giudizi negativi espressi da Ue e Stati Uniti sull'insediamento a stretto raggio di un nuovo governo, in uno scenario politico quanto mai incerto, con il rischio di votazioni non cristalline.

Il rinvio della tornata elettorale è stato deciso in seguito alle richieste del maggiore partito di opposizione, l'Unione socialdemocratica di Macedonia, di posticipare il voto per i ritardi accumulati dalla Commissione elettorale nel riesaminare il registro elettorale sui voti discordanti. Le denunce del leader dell'opposizione, Zoran Zaev, su presunti brogli avvenuti nell'ambito delle elezioni del 2012, hanno portato nelle scorse settimane all'apertura di un fascicolo di inchiesta nei confronti di due ministri del governo conservatore e filo-occidentale, in carica solo per l'ordinaria amministrazione.

Correlati:

Macedonia, scandalo brogli elettorali
Macedonia: "Dateci un Putin anche a noi"
Tags:
scioglimento, Parlamento, Trajko Veljanoski, Zoran Zaev, Macedonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik