18:01 23 Settembre 2018
Soldati dell'autoproclamata Repubblica del Nagorno-Karabakh filo-armena

Paesi CSI auspicano in moderazione di Azerbaigian e Armenia su Nagorno-Karabakh

© Sputnik . Илья Питалев
Politica
URL abbreviato
430

L'escalation e gli scontri armati nella regione del Nagorno-Karabakh "suscitano profondo dolore e grande preoccupazione" in tutti i paesi del CSI, ha detto Sergey Lebedev, presidente del comitato esecutivo dell'organizzazione in relazione agli eventi in corso nella regione caucasica.

"Nella Comunità degli Stati Indipendenti siamo tutti amici e partner dell'Azerbaigian e dell'Armenia, sinceramente speriamo che entrambe le parti abbiano la volontà e siano guidate dalla moderazione per fermare lo spargimento di sangue e per il bene dei popoli dei due Paesi trovino un modo per una rapida ripresa dei colloqui di pace", — ha detto Lebedev, riporta l'ufficio stampa dell'organo direttivo della CSI.

Ha osservato che i presidenti e i ministri degli Esteri di vari Stati della CSI hanno fatto appelli alle controparti azeri e armene per esortarle ad intraprendere misure immediate per cessare le ostilità e cercare una soluzione pacifica al conflitto.

"Muoiono giovani azeri e armeni, soffrono migliaia di persone, si provocano enormi danni ad entrambi i lati, si rafforza il clima di ostilità e di odio: tutto questo mina fortemente le basi per il ritorno della pace," — ha sottolineato Lebedev.

Correlati:

Crisi Nagorno Karabakh, presidente Duma invita parti in conflitto a compromesso
Karabakh: tensione in crescita tra Armenia e Azerbaigian
Tags:
Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, CSI, Sergey Lebedev, Nagorno-Karabakh, Azerbaigian, Caucaso, Armenia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik