14:45 30 Ottobre 2020
Politica
URL abbreviato
190
Seguici su

I successi dell'operazione militare russa in Siria suggeriscono che al momento Mosca più di tutti gli altri Paesi ha intenzioni serie nella lotta contro il terrorismo, ha affermato il ministro degli Esteri del Libano Gebran Bassil in un'intervista con Sputnik.

"Diamo il benvenuto a chiunque agisca in conformità con la nostra posizione sulle questioni umanitarie. La lotta contro il terrorismo è una questione umanitaria molto nota. Quello che è stato fatto dalla Russia, ha dimostrato che stiamo parlando di uno Stato che attualmente più di tutti considera seriamente la lotta contro il terrorismo. E' dimostrato dai risultati della sua operazione in Siria rispetto a quelli di altri 60 Paesi, "- ha dichiarato Bassil.

Il capo della diplomazia libanese ha inoltre riferito a Sputnik che il Libano era favorevole all'iniziativa di creare una forza unitaria, che avrebbe incluso la Russia, la coalizione internazionale ed altri Paesi, in modo da garantire maggiori progressi nella lotta contro il terrorismo in Siria.

"Abbiamo chiesto un'alleanza tra la Russia e la "coalizione internazionale", così come l'Iran ed altri Paesi interessati, all'interno della quale si sarebbe formato un unico fronte per combattere il terrorismo, perché in questo caso l'opposizione al terrore non si sarebbe limitata ad un punto geografico o a un determinato contesto", — ha aggiunto il ministro.

Dal 30 settembre, su richiesta del presidente Bashar Assad, la Russia ha iniziato ad effettuare raid mirati contro gli obiettivi delle organizzazioni fondamentaliste del Daesh e di Al-Nusra. Il ritiro della parte principale del contingente aereo che ha preso parte ai raid è iniziato il 15 marzo dopo il successo degli obiettivi conseguiti durante la campagna.

Correlati:

La politica di USA e UE ha portato all'escalation in Medio Oriente
“The National Interest”: la politica USA in Medio Oriente ha fatto fiasco
“Alleati USA in Medio Oriente agiscono da soli o cercano legami con la Russia”
USA dovrebbero riconoscere meriti di Putin in Siria e seguire il Cremlino in Medio Oriente
Russia sicura, azioni USA in Medio Oriente responsabili della crisi migratoria in Europa
Tags:
ISIS, Terrorismo, Politica Internazionale, Difesa, Diplomazia Internazionale, Sicurezza, raid della Russia in Siria, Coalizione USA anti ISIS, Al Nusra, Gebran Bassil, Libano, Siria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook