00:48 23 Settembre 2018
Tripoli, Libia

Libia, nuovo governo giunto a Tripoli

© Foto : wikimedia.org
Politica
URL abbreviato
0 21

I membri del Consiglio di presidenza del governo di riconciliazione nazionale libico ed il premier designato Fayyez al-Serraj sono arrivati a Tripoli via mare, a bordo di forze navali libiche partite da Tunisi. I membri dell’esecutivo si trovano nella base militare Abu Seta, sede provvisoria del nuovo governo.

Il colonnello Abdel Rahman al Tawil, capo della commissione sicurezza del Consiglio di presidenza del governo di riconciliazione nazionale della Libia, ha assicurato che "nessuna forza straniera ha partecipato all'operazione". Inizialmente i media avevano fatto trapelare la notizia che il governo fosse arrivato a Tripoli a bordo di una fregata della marina italiana.

L'arrivo via mare sarebbe stato deciso dopo un fallito tentativo di raggiungere la città via aerea tramite l'aeroporto di Mitiga all'alba di oggi, quando si sono avvertite diverse esplosioni provenienti da colpi di artiglieria anti-aerea sparati dalle milizie legate al governo non riconosciuto di Khalifa Ghweil.

Resta alta la tensione anche a Tobruk. Abdullah al-Thinni, leader dell'amministrazione libica della città, ha annunciato che cederà i poteri al governo di concordia nazionale di Fayez al-Serraj solo se riceverà l'approvazione della Camera dei Rappresentanti di Tobruk. Al-Thinni, citato dal sito di 'Libya Herald', ha quindi dichiarato che non si farà influenzare dall'inviato Onu per la Libia, Martin Kobler, "né dalle potenze internazionali che cercano di imporre un governo nazionale".

Intanto, il generale Enzo Vecciarelli, nuovo Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica militare italiana, sulla questione libica pochi minuti dopo aver assunto questo nuovo incarico, ha dichiarato che anche se non sono previste missioni nei cieli della libia, i caccia Tornado italiani si stanno preparando per ogni eventulaità. 

Correlati:

Intervento in Libia? Tragedia per l’Italia
Libia, Kobler : Onu ha diritto ad andare a Tripoli
Tags:
crisi in Libia, Governo libico, Fayez al-Sarraj, Martin Kobler, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik