20:47 08 Marzo 2021
Politica
URL abbreviato
0 110
Seguici su

Dal 2001 la Russia rivendica la placca artica ricca di idrocarburi che comprende la dorsale di Lomonosov e la dorsale di Mendeleev, tuttavia la sua richiesta è stata respinta per la carenza di informazioni. Dopo più di 10 anni di studi sismici, geologici e geofisici, la richiesta è stata corretta e presentata l'agosto del 2015.

Il ministro delle Risorse Naturali e dell'Ambiente della Federazione Russa Sergey Donskoj intende recarsi in autunno nella sede delle Nazioni Unite a New York per sostenere l'analisi della proposta russa sul prolungamento della piattaforma nell'Artico.

Il ministro Sergey Donskoj aveva presentato lo scorso febbraio alle Nazioni Unite la richiesta revisionata per l'estensione della piattaforma continentale nel Mar Glaciale Artico. Si tratta di un fondale marino di 200 miglia ai confini del settore artico della Russia che include il Polo Nord.

"Ho in programma di recarmi a New York per la seconda sessione, quando dovremo rispondere alle domande che ci saranno (da parte dei membri del sottogruppo della commissione delle Nazioni Unit, ndr). Formuleranno le domande e le trasmetteranno ai membri della nostra delegazione, ma quando inizieremo a rispondere sarà interessante. Forse sarò presente, sarebbe utile. Mi piacerebbe vedere da che parte tira il vento", — ha detto Donskoj ai giornalisti.

Secondo il ministro, l'analisi della richiesta depositata si svolgerà in due fasi: tra giugno e luglio tutti i membri del corrispondente sottogruppo dovranno esaminare la domanda e preparare le domande.

Correlati:

L’Artico, l’Europa e l’Italia. Parla Frattini
La Russia è aperta alla cooperazione nell'Artico
La Russia completa la costruzione della più grande base militare nell'Artico
“La Russia si prepara alla lotta per l'Artico più attivamente dei suoi vicini”
Tags:
Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Energia, Petrolio, Ministero dell'Ambiente, ONU, Sergej Donskoj, Artico, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook