21:19 20 Settembre 2018
Il primo ministro italiano Matteo Renzi  è il primo leader dell'occidente a visitare Israele dopo l'accordo sul nucleare raggiunto con l'Iran.

Renzi: Europa va su Marte ma è ferma a Idomeni

© AFP 2018 / THIERRY CHARLIER
Politica
URL abbreviato
500

Il premier italiano punge l'Ue alla vigilia del Consiglio europeo, in cui dovrebbe essere finalizzato l'accordo con la Turchia sui migranti: E' il terzo vertice in un mese, non va bene.

Il Consiglio europeo deve prendere decisioni che vanno eseguite dai singoli Stati. Il fatto che in un mese si riunisca per la terza volta sullo stesso argomento non è un buon segno.

E' con questa critica che il presidente del Consiglio italiano ha introdotto ieri la sua relazione al Parlamento, alla vigilia del suo arrivo a Bruxelles, dove i leader europei sono chiamati a finalizzare l'accordo siglato con la Turchia sulla gestione dei flussi migratori. Renzi ha accusato le istituzioni europee, sulla scia di un atteggiamento scettico assunto dall'esecutivo italiano ormai da diversi mesi, di non riuscire a "dare corso" alle decisioni prese.

"Gli hot spot sono stati fatti — ha tagliato corto — le riallocazioni ed i rimpatri no".

Poi il tentativo di riportare il discorso intrapreso con la Turchia sui migranti in una dimensione di realismo. Citando il viaggio del presidente Mattarella, attualmente in Etiopia dove i profughi ospitati sono centinaia di migliaia, il premier italiano ha implicitamente chiesto alla Turchia di farsi parte diligente in una crisi che coinvolge anche altri Paesi, raramente citati nelle cronache della stampa europea.

"Ciò che accade in Turchia — ha detto Renzi — è sotto i riflettori, ma non è lo stesso per alcune zone del sud est asiatico o per il Libano e la Giordania".

Poi la stoccata sulla gestione delle crisi umanitarie più stringenti, come quella che sta straziando migliaia di profughi al confine sigillato tra Grecia e Macedonia.

"L'Europa va su Marte — ha enfaticamente dichiarato Renzi a Montecitorio a proposito della missione ExoMars partita due giorni fa da Baikonur — ma si ferma a Idomeni e vede un bambino costretto a essere lavato dalla propria mamma con una bottiglia d'acqua perché quel bambino é stato partorito in un campo profughi". 

Correlati:

La rotta balcanica è chiusa. Quale via per l'Europa troveranno i profughi?
L'Austria accusa le autorità di Bruxelles di operare come trafficanti di persone
Tags:
Unione Europea, Fondi alla Turchia, Crisi dei migranti, Matteo Renzi
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik