Widgets Magazine
18:55 16 Ottobre 2019
Sergey Lavrov

Mosca non vede passi in avanti per svolgere le elezioni nel Donbass

© Sputnik . Grigoriy Sisoev
Politica
URL abbreviato
2111
Seguici su

Il primo passo per l'attuazione della parte politica degli accordi Minsk dovrebbe essere la preparazione delle elezioni nel Donbass, ma non ci sono svolte su questo punto, ha dichiarato il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

"Ovviamente si è parlato molto sugli aspetti politici degli accordi Minsk, principalmente nel contesto della necessità di fare il primo passo in una catena di anelli legati uno con l'altro. La catena comprende la legge sullo statuto speciale, l'amnistia, la riforma costituzionale e lo svolgimento delle elezioni", — Lavrov ha riferito ai giornalisti dopo i colloqui con i ministri degli Esteri del "formato della Normandia".

"Come prossimo passo, si è parlato delle elezioni nel contesto di tutto ciò che è necessario per il loro svolgimento. A tal fine è importante che la legge sia stata approvata, affinchè sia effettiva l'amnistia e le persone possano votare ed essere elette senza la minaccia di un procedimento penale come cittadini liberi, e la riforma costituzionale sia garantita. I nostri leader lo avevano concordato ad ottobre a Parigi, ma non si sono verificati cambiamenti nel processo, ovvero nella preparazione delle elezioni", — ha detto il capo della diplomazia russa.

Correlati:

Per comando militare di Kiev “20 anni per sminare il territorio del Donbass”
OSCE: il gruppo di contatto a Minsk ha firmato un accordo per lo sminamento nel Donbass
Kiev programma di risolvere il conflitto nel Donbass con la forza
Donbass: l’esercito ucraino avvicina armi pesanti alla linea di contatto
Tags:
Accordi di Minsk, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, elezioni amministrative, formato di Normandia, Sergej Lavrov, Donbass, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik