Widgets Magazine
09:40 18 Luglio 2019
Pedro Sanchez

Spagna, fumata nera per il governo Sanchez

© REUTERS / Andrea Comas
Politica
URL abbreviato
2 0 0

Nella prima votazione della Camera alta di Madrid bocciata l'alleanza Socialisti-Ciudadanos. Domani nuovo voto ma le elezioni anticipate sono ormai dietro l'angolo.

Come ampiamente annunciato nelle ore recedenti al voto, la Camera alta di Madrid non ha concesso la fiducia al premier designato Pedro Sanchez. A nulla è valso dunque il suo intervento di martedì scorso presso il parlamento spagnolo. Alla debole alleanza tra i socialisti e parlamentari eletti con Ciudadanos, non si sono infatti aggiunti altri deputati, lasciando inchiodato a 130 il numero dei voti di fiducia ottenuti, lontanissimo dalla maggioranza assoluta necessaria alla prima votazione, ma anche da quella "semplice", a quota 176, sufficienti ad ottenere la fiducia nella seconda votazione, prevista per domani.

Il capo di Ciudadanos Albert Rivera
© AFP 2019 / Piere-Philippe Marcou
La sensazione degli analisti iberici è che non ci sia alcuno spazio per aprire un varco nell'opposizione, mostratasi granitica, tra i deputati di Podemos, formazione politica guidata da Pablo Iglesias con cui Sanchez non è riuscito a raggiungere un accordo elettorale per la concomitante presenza nell'alleanza di Ciudadanos, considerata dagli eredi degli Indignados troppo vicina alle posizioni del partito popolare dell'ex premier Mariano Rajoy.

A conferma del pessimo clima politico in cui si svolgerà una presumibilmente inutile seconda votazione, prima del ritorno davanti a re Felipe VI per le ultime consultazioni prima delle elezioni anticipate, si registrano i toni aspri della discussione che ha preceduto il voto di ieri.

"Questa è una truffa — ha attaccato Rajoy nel suo intervento contro Sanchez — lei non ha i voti". Ancora più pesanti le parole del leader de Podemos: "Lei — ha detto Iglesias riferendosi al leader socialista — è un miserabile. Popolari e Podemos non sembrano dunque intenzionati ad astenersi nel secondo turno di votazioni, unica possibile circostanza in grado di far ottenere i voti di fiducia necessari per varare il governo Sanchez. 

Correlati:

Spagna, Podemos offre appoggio a socialisti
Spagna, Rajoy incontra Podemos e Ciudadanos
Elezioni Spagna: Rajoy vince ma non ha la maggioranza
Spagna, Rajoy aggredito e preso a schiaffi
Tags:
elezioni parlamentari, Pedro Sanchez, Spagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik