Widgets Magazine
21:49 17 Settembre 2019
Bandiera della Turchia

La Turchia pronta a reagire alle minacce dalla Siria nonostante la tregua

CC BY-SA 2.0 / KLMircea / Bosphorus Bridge and Turkish Flag
Politica
URL abbreviato
5027
Seguici su

Ankara reagirà alle minacce alla sicurezza nazionale provenienti dalla Siria, nonostante il cessate il fuoco dichiarato nel Paese, ha dichiarato Ibrahim Kalin, portavoce del presidente Erdogan.

"Siamo molto preoccupati che organizzazioni terroristiche come il'Unione Democratica dei curdi siriani e le forze curde si stiano schierando apertamente dalla parte del regime. Se ci saranno minacce contro la Turchia, reagiremo. Lo abbiamo fatto capire ai nostri alleati. La sicurezza nazionale della Turchia in nessun caso può essere messa in discussione nei negoziati", — ha detto ai giornalisti Kalin.

Ha osservato che la Turchia sostiene essenzialmente la tregua, ma vuole vedere risultati concreti.

"La tregua fermerà i combattimenti, preverrà lo spargimento di sangue tra i civili e garantirà l'assistenza umanitaria al popolo siriano. Tuttavia continuano a susseguirsi le notizie sul proseguimento dei bombardamenti, siamo molto preoccupati. Speriamo che questa volta il risultato sia diverso, ma la situazione in Siria non dà molte speranze," — ha detto Kalin.

L'accordo sul cessate il fuoco in Siria dovrebbe entrare in vigore alla mezzanotte del 27 febbraio.

Correlati:

Erdogan appoggia a denti stretti la tregua in Siria
“Erdogan sta cercando giustificazioni per l'invasione della Siria”
Russia sottolinea doppi standard di valutazione della NATO rispetto ad azioni Turchia
La Turchia mette le mani avanti sulla tregua in Siria
Tags:
ISIS, Curdi, Terrorismo, Tregua, Recep Erdogan, Siria, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik