12:43 23 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
214
Seguici su

Al centro del summit i controlli ai confini e la sicurezza interna agli Stati. L'obiettivo rimane sempre la creazione di una guardia frontaliera europea. Presente la delegazione greca esclusa dal vertice balcanico tenutosi ieri a Vienna.

Si riuniscono oggi a Bruxelles i ministri dell'Interno dell'Unione Europea dopo giorni di tensione sul fronte immigrazione. Centrale nella discussione è la proposta presentata dalla Commissione lo scorso dicembre che mira a istituire una guardia frontaliera europea per la gestione integrata delle frontiere esterne. Un corpo unico di sicurezza composto dall'Agenzia europea Frontex e dalle autorità nazionali responsabili per la gestione delle frontiere. Al tavolo europeo molto spazio verrà dato alle questioni riguardanti la cosiddetta "rotta balcanica". I ministri dell'Interno di Macedonia e Serbia si incontreranno a margine del Consiglio con gli omologhi Ue. Una riunione che vedrà insieme anche i ministri di Slovenia, Croazia e Grecia, cui dovrebbero prendere parte anche Austria e Germania e i rappresentanti della Commissione e dell'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr).

Un confronto importate a pochi giorni dalla decisione del governo di Vienna di porre un tetto agli arrivi dei migranti e al conseguente annuncio della Macedonia, arrivato nelle scorse ore, di voler bloccare circa diecimila persone al confine fra l'ex repubblica yugoslava e la Grecia. Un provvedimento che ha voluto colpire quei profughi afghani privi di documenti, come spiegato dalla Fyrom, e che potrebbe generare una crisi umanitaria nel paese ellenico, a sua volta escluso dalla riunione dei paesi dei Balcani organizzata ieri dall'Austria.

"Speriamo che la questione apertasi con Vienna si superi perché con i muri si generano solo illusioni",

ha dichiarato il ministro dell'Interno Angelino Alfano in vista del vertice di oggi, spiegando che questo tipo di misure non sono sufficienti per far fronte alla gestione dei flussi migratori nel lungo periodo.

Correlati:

USA passati all'offensiva contro la Russia nella lotta per i Balcani
Migranti, il piano Ue per i Balcani
Tags:
Crisi dei migranti, Commissione Europea, Bruxelles
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook