06:36 21 Giugno 2018
Le bandiere dell'Italia e dell'UE

Il piano italiano per riformare la UE

© Foto: Andrea Pavanello
Politica
URL abbreviato
702

Il documento del governo italiano sulle criticità dell'attuale architettura europea e le proposte di riforma.

Il progetto europeo sta soffrendo una crisi senza precedenti. Ne è convinto il governo italiano, che in queste ore ha diffuso un documento intitolato "Proposta strategica dell'Italia per il futuro dell'Unione Europea: crescita, lavoro, stabilità". Da mesi in rotta di collisione con Bruxelles su molte questioni, l'esecutivo guidato da Matteo Renzi ha così racchiuso in 9 pagine dattiloscritte il contenuto delle proposte italiane per una nuova Europa.

Schengen, governance a livello finanziario e crescita i temi principali trattati dal documento. Sul primo dei punti l'Italia ribadisce il pieno sostegno alle politiche che non scalfiscano gli accordi di Schengen, considerato uno dei più importanti obiettivi raggiunti nel processo di integrazione europea. "Comune e condivisa" deve essere poi la politica migratoria dei singoli Stati.

Le riforme più significative, nel parere espresso dal governo italiano, quelle a livello di governance finanziaria, con il sì al ministro del Tesoro europeo che garantisca politiche fiscali comuni e vigili sulla coerenza delle politiche di bilancio dei singoli Stati. Dubbi infine sull'efficacia delle misure di stimolo adottate dalla Bce, giudicate insufficienti a causa del poco spazio di manovra concesso ai Paesi membri dall'eccessivo rigore sul rapporto deficit/Pil imposto dalla Ue.

"Lo spazio di bilancio — si legge nel documento — dovrebbe essere pienamente usato per sostenere la crescita".

 

Correlati:

“La Russia sta difendendo l'Europa in Siria”
Stubb: L’uscita della Gran Bretagna dall'UE potrebbe essere una catastrofe per l'Europa
In Europa sicuri: Germania nel mirino della campagna di disinformazione del Cremlino
Merkel: Europa e Turchia devono rispondere insieme della crisi dei migranti
Tags:
Unione Europea, riforme, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik