14:01 15 Novembre 2018
Politica

Ministri Esteri di Francia e Germania a Kiev per far luce su crisi governo

Politica
URL abbreviato
666

I capi delle diplomazie di Francia e Germania si recheranno oggi in visita in Ucraina per monitorare l'attuazione degli accordi di Minsk e la realizzazione delle riforme promesse nel Paese.

Il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier e il capo della diplomazia francese Jean-Marc Ayrault si recheranno oggi insieme in visita a Kiev per discutere con le autorità della crisi di governo e l'attuazione degli accordi di Minsk sul Donbass.

La crisi politica scoppiata all'interno della maggioranza ha messo in dubbio il futuro dell'attuale governo, suscitando forte preoccupazione tra i partner occidentali dell'Ucraina.

Secondo il ministero degli Esteri tedesco, Steinmeier e Ayrault si incontreranno in aeroporto a Berlino, dopodichè partiranno per Kiev.

"Si tratta di lavorare insieme per far luce sulla complessa situazione politica in Ucraina e di parlare con i rappresentanti della leadership politica del Paese: con il presidente, il primo ministro, il ministro degli Esteri e i leader dei partiti presenti in Parlamento", — ha commentato la visita il rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri tedesco Martin Schaefer.

Correlati:

A 2 anni da Maidan il governo ucraino rischia di fare la fine della rivoluzione arancione
Ucraina, ricatto da ministro: informazioni che tolgono sostegno FMI e Occidente a Kiev
Impossibile lavorare, ministro Sviluppo Economico Ucraina annuncia dimissioni
“Parlamento di idioti”, parole Yatsenyuk apprezzate in Russia: spiegano problemi Ucraina
“Sulle sanzioni vs Russia la Danimarca ha detto quello di cui ha paura la Germania”
Niente riforme, niente soldi: il FMI minaccia l'Ucraina
Tags:
Petro Poroshenko, Accordi di Minsk, Politica Internazionale, Diplomazia Internazionale, Occidente, Fondo Monetario Internazionale, governo, FMI, Jean-Marc Ayrault, Martin Schaefer, Frank-Walter Steinmeier, Arseniy Yatsenyuk, Germania, Donbass, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik