03:23 17 Maggio 2021
Politica
URL abbreviato
1105
Seguici su

Il premier italiano scommette su David Cameron. Poi, sulla tenuta dell'Unione europea, in un'intervista a Bloomberg: se l'Europa non cambia visione è finita.

Manuel Valls
© AFP 2021 / Charles Platiau
Il rischio di una dissoluzione del sogno europeo è dietro l'angolo se non si cambia strategia. E' questo il pensiero espresso dal primo ministro italiano in un'intervista rilasciata all'emittente americana Bloomberg. La preoccupazione manifestata da Matteo Renzi, che ancora una volta è tornato a battere sulla necessità di ridurre la burocrazia e riprendere l'agenda per la crescita, è principalmente per la tenuta degli accordi di Schengen, senza cui è a rischio la stessa identità europea.

Poi, a proposito dell'imminente Consiglio Europeo del prossimo 18 febbraio, in cui è previsto il delicatissimo confronto sul rinnovo della convenzione tra UK ed UE, Renzi si è detto fiducioso, sicuro del fatto che un'uscita dall'Unione da parte del Regno Unito sarà in ogni modo scongiurata dal primo ministro britannico.

"Scommetto su David Cameron, non possiamo permetterci che la mancanza di un accordo al summit del 18 e 19 febbraio possa causare un'uscita del Regno Unito".

Renzi ha in questo senso valutato positivamente la lettera inviata da Tusk sull'accordo raggiunto in questi giorni di negoziato, mostrando fiducia sul buon esito della trattativa.

"Vedo un accordo — ha detto, confidando anche  sull'appoggio tedesco — Angela si impegnerà a sostenere David. E' una leader e il referendum è rischioso, ma va nella giusta direzione". 

Correlati:

Brexit, fumata grigia dopo incontro Tusk-Cameron
Brexit, David Cameron vola a Bruxelles
Regno Unito, preparativi di Brexit
Tags:
Unione Europea, Brexit, Matteo Renzi
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook