00:57 21 Agosto 2017
Roma+ 26°C
Mosca+ 18°C
    Il re di Spagna Filippo VI e Pedro Sanchez, leader del partito socialista spagnolo

    Spagna, il re dà incarico al socialista Sanchez

    © REUTERS/ Chema Moya/Pool
    Politica
    URL abbreviato
    116603

    A 50 giorni dal voto il rebus per la formazione di un governo a Madrid ancora irrisolto. Felipe VI da l'incarico a Pedro Sanchez. Ipotesi governo Socialisti-Podemos minata dalle prime polemiche.

    Il re di Spagna Filippo VI ha dato formalmente il mandato a trovare una maggioranza di governo a Pedro Sanchez, leader del partito socialista spagnolo, arrivato secondo nella competizione elettorale dello scorso 20 dicembre per il rinnovo del Parlamento di Madrid. La decisione di ieri, ampiamente annunciata considerato lo stallo nelle trattative per un governo guidato dal premier uscente Mariano Rajoy, segna una possibile svolta nello stallo politico spagnolo, su cui la Commissione europea ha ripetutamente espresso preoccupazione.

    Sanchez, che nelle scorse settimana aveva ricevuto la pubblica offerta di appoggio da parte di Pablo Iglesias, leader di Podemos, e che deve tenere conto dei veti incrociati su possibili alleanze anche con Ciudadanos, ha più volte escluso l'ipotesi di un governo di larghe intese con i popolari di Rajoy, che restano il primo partito, e con gli ex indignados di Podemos.

    L'unica, strettissima, via ancora percorribile resta dunque quella di un governo formato da socialisti, Podemos e l'estrema sinistra, ma dopo neanche un giorno dall'accettazione del mandato del re sono già iniziate le schermaglie dialettiche tra i due maggiori contraenti dell'ipotetico governo. Toni duri si sono registrati in queste ore tra Iglesias e Sanchez, con quest'ultimo che accusa di arroganza il primo che, di rimando ha ribadito come ancora una volta si socialisti si siano mostrati "ridicoli" non dando risposta alla proposta politica di Podemos. 

    Correlati:

    Elezioni Spagna: Rajoy vince ma non ha la maggioranza
    Tags:
    Podemos, Filippo VI, Pedro Sanchez, Mariano Rajoy, Spagna
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik