Widgets Magazine
05:18 22 Luglio 2019
Premier svedese Stefan Löfven (foto d'archivio)

Cospirazione contro lo Stato: chi è colpevole della crisi migratoria in Svezia?

© AP Photo / Virginia Mayo
Politica
URL abbreviato
0 30

In Svezia il Partito Moderato ha chiesto che la commissione costituzionale valuti come il premier Stefan Löfven stia risolvendo la crisi migratoria. La richiesta è stata presentata dal capogruppo del partito in Parlamento Jessica Polfjärd.

Nell'istanza presentata alla commissione, il governo è accusato di aver temporeggiato e aver ritardato la reazione nonostante i segnali che preannunciavano la crisi, scrive il giornale svedese "Dagens Nyheter".

"Crediamo che il governo debba spiegare al popolo svedese da cosa siano dipesi i ritardi e tentennamenti. Nonostante disponesse delle informazioni sulla situazione di crisi, non ha reagito prontamente," — ha detto Jessica Polfjärd.

Nel documento si fa riferimento al ministro dell'Interno Anders Ygeman e al ministro degli Esteri Margot Wallström, ma soprattutto le critiche sono dirette contro il premier Stefan Löfven, riporta "Dagens Nyheter".

"Il primo ministro ha le maggiori responsabilità. Come politico e membro del Parlamento voglio sollevare la questione del perché il capo del governo non abbia agito più attivamente," — ha affermato Jessica Polfjärd.

Bene integra la situazione in atto nel Paese il fatto che le previsioni del Dipartimento di Migrazione fornite sul numero degli immigrati sono state inferiori di gran lunga rispetto alle cifre reali. In questo contesto il Dipartimento di Migrazione è allo stesso modo accusato di passività: tutto sembra come una grande cospirazione contro il benessere del Paese.

Secondo l'inchiesta condotta di recente dal "Dagens Nyheter", il Dipartimento Migrazione si è più volte opposto alla formazione di un corpo speciale per affrontare la crisi.

A prescindere dall'evidenza che il problema immigrazione è fuori controllo, presso il Dipartimento mancano meccanismi speciali o task force chiamate a risolvere la situazione straordinaria.

Tutto questo nonostante diverse organizzazioni esterne abbiano proposto ripetutamente al Dipartimento la creazione di un'unità speciale di crisi.

Correlati:

La Svezia espellerà 80mila migranti
Numero recordo di profughi minorenni arrivati in Svezia sposati
Svezia, per non creare problemi a governo censurati da stampa crimini sessuali immigrati
Migranti, in Svezia controlli alla frontiera danese
La Svezia chiede di riprendersi i profughi e soldi alla UE
Tags:
profughi, Migranti, Immigrazione, Società, politica interna, governo, Jessica Polfjärd, Stefan Löfven, Svezia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik