06:00 23 Ottobre 2017
Roma+ 19°C
Mosca0°C
    Migranti al confine austriaco-tedesco (foto d'archivio)

    “Pegida risponderà alla tragedia di Colonia”

    © REUTERS/ Michaela Rehle
    Politica
    URL abbreviato
    0 579101

    I rappresentanti del movimento d'opposizione all'islamizzazione dell'Europa sabato 23 gennaio intendono riunirsi a Praga. A quale scopo?

     Lo ha raccontato a "Sputnik" il sostenitore di Pegida, partecipante delle sue manifestazioni e presidente dell'associazione parlamentare "Úsvit" Marek Černoch.

    Černoch: Serve discutere i dettagli di una manifestazione paneuropea, che i patrioti d'Europa hanno intenzione di organizzare all'inizio di febbraio, decidere cosa fare affinchè non si ripetano le violenze di Colonia e delle altre città tedesche.

    Si aggrava di giorno in giorno situazione dei migranti, che lo scorso anno sono arrivati in Europa in più di un milione, secondo alcune stime nel 2016 potrebbe registrare ulteriormente 3 milioni di nuove persone. Inoltre vediamo che l'Unione Europea è impotente nel proteggere i propri cittadini dai rischi legati agli immigrati provenienti dall'Africa e dal Medio Oriente.

    Le misure proposte — distribuzione con quote obbligatorie e creazione di un servizio di frontiera comune — sono insignificanti. In primavera in Europa potrebbe abbattersi la "settima ondata" di immigrati.

    Sono necessarie rigorose misure senza compromessi contro i clandestini, quelli che non sono disposti ad adattarsi allo stile di vita europeo e respingono le nostre tradizioni e la nostra cultura.

    Che cosa vediamo? Recentemente è stata in visita a Praga il capo della diplomazia di Bruxelles Federica Mogherini. Abbiamo sentito che le violenze di Colonia non sono un evento straordinario, ma accadono continuamente… La stampa tedesca ed europea sta sottovalutando in realtà la gravità delle azioni commesse dai vandali arrivati. Occorreranno misure più severe contro i migranti, vogliamo proteggere le nostre donne e bambini e tutti gli europei!

    Sputnik: I liberali accusano i sostenitori di Pegida di fomentare l'odio religioso. Quanti sostenitori in Europa sono disposti a seguire le vostre idee e le vostre misure radicali proposte per risolvere i problemi legati all'immigrazione?

    Černoch: - Si può parlare solo di cifre sono approssimative. I sondaggi in Repubblica Ceca mostrano che il 90% dei cittadini ha paura degli immigrati e dei rischi associati con la loro presenza. Credo che la stessa percentuale ci sia in Germania, Ungheria, Polonia, Lituania e Austria, e in generale nella UE. Sono tutti xenofobi e razzisti, dovrebbero essere tutti essere accusati di non essere tolleranti? Certo che no. Per esempio non importa di che colore sia la pelle di una persona, ma è importante se si tratta di un buon vicino oppure no.

    Sputnik: Il principale risultato dell'Unione Europea — gli accordi di Schengen — stanno saltando. All'interno della zona di libera circolazione, i Paesi introducono il controllo dei passaporti, e chiudono le frontiere ai rifugiati. Come andrà a finire?

    Černoch: - Sono appena intervenuto nella commissione per gli affari europei della Camera dei Deputati e nel Consiglio d'Europa a Strasburgo con la proposta di creare un pacchetto di leggi pragmatiche che regolino la questione dell'immigrazione. E' inutile! Di fatto ci hanno lasciati soli con questo problema.

    Qui tutti cercano in proprio una via d'uscita per la sicurezza dei propri cittadini. Così l'Italia non riesce a sentire la Grecia, la Grecia non vuole collaborare con l'Italia e tutti accusano gli USA che hanno deciso di prendersi 10mila profughi… la Repubblica Ceca è stata criticata per aver rifiutato lo strano sistema di quote obbligatorie. Perché uno Stato sovrano come il nostro dovrebbe sottomettersi alla volontà dei grandi Paesi dell'Unione Europea? In breve, finchè mancherà una grande legge per tutti, il caos continuerà.

    Pegida è per porre fine al problema. In caso contrario verremo schiacciati da milioni di profughi, che portano il terrore e l'Islam radicale estraneo alla cultura degli europei.

    Correlati:

    Alla Polonia bastano i migranti ucraini
    I “Soldati di Odino” raccontano come proteggono le strade della Finlandia dai migranti
    Le ragazze danesi sono vittime delle molestie dei migranti
    In Finlandia in forte crescita il numero dei reati sessuali dei migranti contro le donne
    Un tedesco su due favorevole a limitare l'accoglienza dei migranti
    Tags:
    Islam, profughi, migranti, Società, Violenza di massa a Colonia, Unione Europea, Pegida, Marek Černoch, UE, Europa, Repubblica Ceca
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik