14:14 21 Ottobre 2017
Roma+ 20°C
Mosca+ 3°C
    Durante la visita  a Washington Matteo Renzi ha espresso una grandeur che non abbiamo

    Il nuovo rappresentante dell'Italia a Bruxelles è un fedelissimo di Renzi

    © AP Photo/ Ivan Sekretarev
    Politica
    URL abbreviato
    0 31320

    In un momento di crisi tra il governo italiano e l'Unione Europea, Matteo Renzi sceglie il fedelissimo Carlo Calenda per rappresentare l'Italia a Bruxelles.

    Il nuovo rappresentante permanente dell'Italia presso l'Unione Europea è Carlo Calenda, vice ministro allo Sviluppo economico.

    Calenda, che subentra all'ambasciatore Stefano Sannino, a differenza dei suoi predecessori non viene dalla carriera diplomatica. Si tratta, tuttavia, di una persona di fiducia del governo Renzi. Ex direttore dell'Area strategica e Affari internazionali di Confindustria durante la presidenza di Luca Cordero di Montezemolo, Carlo Calenda ha seguito lo sviluppo e l'implementazione di missioni internazionali, incontri istituzionali e attività di business tra imprese.

    La sua nomina arriva in un momento di crisi tra il governo italiano e l'Unione Europea. Il primo ministro Matteo Renzi, infatti, si è detto contrario alle regole imposte dal Trattato di Dublino, secondo il quale il paese d'ingresso dei rifugiati è responsabile delle loro richieste di asilo.

    Questa legge, afferma Renzi, "è ingiusta e gli altri Stati membri dovrebbero fare di più per aiutare nella crisi dei rifugiati".

    Secondo il Financial Times, che cita funzionari bene informati, a marzo verrà presentata una proposta per l'abolizione di questa regola. Se così fosse, continua il quotidiano britannico, si tratterebbe di una "vittoria per Matteo Renzi".

    Correlati:

    Bruxelles alza le stime sulla crescita dell'Italia
    Tags:
    Confindustria, Matteo Renzi, Carlo Calenda, Bruxelles, UE, Italia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik