23:34 27 Novembre 2020
Politica
URL abbreviato
4016
Seguici su

Secondo il portavoce del Dipartimento di Stato John Kirby, sono attualmente in lavorazione i "dettagli tecnici" delle nuove misure restrittive nei confronti dell'Iran in relazione ai recenti test missilistici.

L'amministrazione americana "sta lavorando sui dettagli tecnici" delle nuove sanzioni contro l'Iran in relazione ai recenti test missilistici, ha dichiarato il portavoce del Dipartimento di Stato americano John Kirby.

In precedenza era stato riferito che l'11 ottobre l'Iran aveva testato con successo nuovi missili balistici a lungo raggio.

"Noi prendiamo molto sul serio i lanci di missili balistici, siamo pronti ad usare a pieno le sanzioni, ora stiamo lavorando su alcuni dettagli tecnici", — ha detto Kirby.

Ci si aspettava che le nuove sanzioni potessero essere imposte già la settimana scorsa.

Rispondendo alla domanda se il Dipartimento di Stato avesse preso la decisione di rinviare l'imposizione delle sanzioni a seguito delle minacce di Teheran, Kirby ha detto che le decisioni vengono prese su valutazioni americane interne, piuttosto che sulle pressioni dall'estero. Ha aggiunto che al momento "si svolgono attivamente discussioni tra i vari dipartimenti" di Washington.

Contemporaneamente Kirby non ha potuto smentire con decisione le indiscrezioni secondo cui il Dipartimento di Stato avrebbe frenato sulle sanzioni per paura di compromettere l'intesa sul programma nucleare iraniano raggiunta dopo lunghi negoziati con i rappresentanti della comunità internazionale.

Correlati:

L'Iran mette in mostra una base sotterranea per missili balistici
USA preparano sanzioni contro l'Iran per sviluppo di missili balistici
Usa accusano Iran: testato missile vicino nostra portaerei
Iran condanna nuovi piani USA per introdurre sanzioni
Tags:
Nucleare, Politica Internazionale, Difesa, Geopolitica, Sanzioni, Missili, Mediatori internazionali su nucleare iraniano, Dipartimento di Stato, John Kirby, Iran, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook