05:58 20 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 8°C
    Recep Tayyip Erdogan

    Conflitto Iran-Arabia Saudita, Erdogan giustifica le condanne a morte di Riyadh

    © AP Photo/ Francois Mori
    Politica
    URL abbreviato
    51332018

    In precedenza il vice primo ministro turco Numan Kurtulmuş aveva detto che Ankara è contraria alla pena di morte, in particolare se motivata politicamente.

    Il presidente turco Tayyip Erdogan ha affermato che le condanne a morte eseguite in Arabia Saudita sono un affare di politica interna del Paese, riferisce oggi l'agenzia di stampa "Reuters".

    In precedenza il vice premier turco Numan Kurtulmuş, commentando l'esecuzione del celebre predicatore sciita Nimr al-Nimr da parte delle autorità saudite, che ha portato ai ferri corti i rapporti tra Riyadh e Teheran, aveva dichiarato che Ankara si oppone alla pena di morte soprattutto se motivata politicamente.

    Sabato scorso il ministero dell'Interno saudita aveva annunciato l'esecuzione di 47 persone, tra cui il predicatore sciita Nimr al-Nimr. Teheran ha duramente condannato l'esecuzione del predicatore e in Iran sono scoppiate violente manifestazioni di protesta, durante le quali sono state prese d'assalto l'Ambasciata saudita a Teheran e il Consolato a Mashhad. A seguito di questi fatti e delle critiche di Teheran, considerate un'ingerenza, il ministro degli Esteri saudita Adel al-Jubeir ha annunciato la rottura delle relazioni diplomatiche con l'Iran.

    Correlati:

    Ex generale USA: l'Arabia Saudita e l'Iran potrebbero arrivare alla guerra
    Matrimonio d'interesse sempre più pesante, ma USA e Arabia Saudita alleati per necessità
    “E' ora che gli USA fermino l'Arabia Saudita, rischio guerra nell'Islam”
    Teheran risponde alla rottura delle relazioni diplomatiche dell'Arabia Saudita
    Mosca propone mediazione tra Iran e Arabia Saudita, mondo sunnita vs Teheran
    Tags:
    Politica Internazionale, Sciiti, Sunniti, Nimr al-Nimr, Recep Erdogan, Arabia Saudita, Iran, Turchia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik