02:26 20 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 10°C
    Casa Bianca

    Matrimonio d'interesse sempre più pesante, ma USA e Arabia Saudita alleati per necessità

    © flickr.com/ John Connell
    Politica
    URL abbreviato
    8152639

    Washington continua a considerare Riyadh un alleato, ma questa situazione non è legata a veri rapporti d'amicizia, ma esclusivamente alla difesa dei propri interessi nella regione, pertanto le azioni delle autorità saudite cominciano a dare fastidio sempre di più agli Stati Uniti, scrive il “New York Times”.

    "Il matrimonio d'interesse" tra gli Stati Uniti e l'Arabia Saudita ha raggiunto un nuovo livello di tensione dopo che le autorità di Riyadh hanno giustiziato il predicatore sciita Nimr al-Nimr ed hanno rotto i rapporti diplomatici con l'Iran, sostiene l'editorialista del "New York Times" David Sanger.

    Tuttavia sia per Washington sia per Riyadh è ancora reciprocamente vantaggioso conservare la cooperazione.

    "L'amministrazione Obama si è scontrata con le radicate contraddizioni nei rapporti sempre più tesi con l'Arabia Saudita. Ma la Casa Bianca, almeno pubblicamente, non poteva condannare l'esecuzione di un dissidente che aveva sfidato la famiglia reale, per paura di minare la fragile leadership saudita, necessaria per combattere il Daesh (ISIS) e porre fine al conflitto in Siria," — scrive il NYT.

    Inoltre, continua il giornale, come regola gli Stati Uniti chiudevano gli occhi o si limitavano a blande condanne in merito ai report sulle violazioni dei diritti umani a seguito delle azioni delle autorità saudite per combattere il dissenso.

    "A sua volta l'Arabia Saudita è diventata la stazione di servizio più affidabile degli Stati Uniti, un fornitore abituale di dati d'intelligence e un prezioso contrappeso all'Iran" — scrive ironicamente l'autore.

    Oggi la situazione sta cambiando, continua Sanger, dal momento che negli Stati Uniti è in aumento la produzione di petrolio.

    "Ma i cambiamenti politici in Medio Oriente e l'idea americana secondo cui l'Arabia Saudita sia fondamentale per la stabilità della regione, continua a tenere i due paesi uniti in un matrimonio d'interesse sempre più insopportabile," — sottolinea il giornalista.

    L'amministrazione Obama ha assicurato di continuare a considerare alleati i sauditi, anche se ha avanzato critiche all'indirizzo di Riyadh.

    Correlati:

    Ex generale USA: l'Arabia Saudita e l'Iran potrebbero arrivare alla guerra
    “E' ora che gli USA fermino l'Arabia Saudita, rischio guerra nell'Islam”
    Mosca su rottura relazioni tra Iran e Arabia Saudita: verso escalation in Medio Oriente
    Mosca propone mediazione tra Iran e Arabia Saudita, mondo sunnita vs Teheran
    Teheran risponde alla rottura delle relazioni diplomatiche dell'Arabia Saudita
    Il conflitto tra Iran e Arabia Saudita manda in rialzo il prezzo del petrolio
    Tags:
    Casa Bianca, Geopolitica, Politica Internazionale, Terrorismo, Diritti Umani, Petrolio, Daesh, Barack Obama, Siria, Medio Oriente, Iran, Arabia Saudita, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik