05:53 18 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
6191
Seguici su

Mosca non esclude che le azioni degli Stati Uniti in Medio Oriente abbiano direttamente causato la crisi migratoria in Europa, ha dichiarato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

"Osserviamo con grande preoccupazione l'evolversi degli eventi a seguito dell'arrivo massiccio di profughi verso l'Europa dal Medio Oriente e dal Nord Africa. In realtà si tratta di una catastrofe umanitaria, così l'avevamo classificata prima e così la continuiamo a considerare. Il disastro umanitario è il risultato di interventi irresponsabili e miopi negli affari interni di Stati sovrani con lo scopo di destabilizzarli per ottenere un cambio violento dei governi non graditi e molto discussi della regione", — ha detto in una conferenza stampa oggi, segnala "RIA Novosti".

"Ovviamente in questo caso dire che sia stato tutto spontaneo e che gli effetti che abbiamo a seguito dei conflitti, con l'esodo di migliaia di persone dal Medio Oriente, sia il risultato di una politica mal concepita, mi sembra che si possa discutere, forse è stata una politica premeditata, almeno molti giornali la pensano così", — ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo.

Correlati:

Occidente e NATO hanno distrutto Gheddafi e tutta la Libia
Libia, allarme da ex consigliere di Gheddafi: armi chimiche ai terroristi del Daesh
Daesh in Libia: Così comandiamo a Sirte
“Il tempo del cambio dei regimi è finito, l'Occidente deve accettare Assad”
Tags:
Migranti, profughi, Crisi dei migranti, Unione Europea, Maria Zakharova, Nord Africa, Medio Oriente, UE, Europa, Siria, Libia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook