08:26 11 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
10021
Seguici su

La crisi nelle relazioni tra Ankara e Mosca, scoppiata a seguito dell'abbattimento di un bombardiere russo Su-24 da parte di un caccia turco il 24 novembre, potrebbe essere risolta entro marzo 2016: questo parere è stato espresso dal ministro turco del Commercio e delle Dogane Bulent Tufekci.

"Stiamo facendo tutto il possibile per quello che possiamo affinchè i popoli russo e turco non sopportino perdite. Partiamo dal presupposto che la crisi non durerà a lungo, tra febbraio e marzo le tensioni si ridurranno e saranno indebolite," — ha detto il ministro in un'intervista con il giornale "Habertürk".

Secondo il ministro, nei giorni scorsi è diminuito il volume delle merci che ritornano indietro dalle dogane russe.

"Oggi dalla Russia sono tornati 1 aereo e 27 navi," — ha riferito.

"La situazione sta gradualmente tornando alla normalità," — ha aggiunto Tufekci.

Correlati:

Turchia non prende sul serio le parole di Putin
Turchia annuncia di voler chiedere sconti per il gas russo
Turchia non pagherà danni per l'abbattimento del bombardiere russo Su-24 in Siria
La Turchia ha chiuso le porte ad un dialogo costruttivo con la Russia
Diversi Paesi si sono offerti di sostituire la Turchia nel commercio con la Russia
Tags:
Economia, Politica Internazionale, Commercio, jet abbattuto in Siria, Abbattimento jet russo, Bulent Tufekci, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook