19:49 17 Aprile 2021
Politica
URL abbreviato
331
Seguici su

La comunità internazionale al lavoro per prevenire il pericolo Daesh, in espansione nell’est della Libia

Firmato oggi a Skhirat, in Marocco, l'accordo di riconciliazione nazionale libico. L'intesa proposta dall'Onu prevede la formazione di un governo di unità nazionale, guidato da un primo ministro e da tre vicepremier con diritto di veto che formeranno il cuore del Consiglio di presidenza. Costituito da 9 membri (tre della Tripolitania, tre della Cirenaica e tre del Fezzan), il Consiglio designerà i ministri di governo entro 40 giorni dalla firma. Quaranta deputati del Congresso nazionale di Tripoli saranno accorpati nella Camera dei rappresentanti di Tobruk, formando un parlamento di 192 membri. Le decisioni più importanti saranno prese con la maggioranza qualificata di 150 membri. L'accordo prevede inoltre la creazione di un Consiglio di Stato costituito da 90 membri provenienti dal Congresso nazionale di Tripoli e da 30 figure indipendenti. L'intesa ieri era stata respinta sia da Tobruk, che da Tripoli, che, precisando che chi firma oggi "rappresenta solo se stesso", hanno chiesto tempo. 

Stamani le delegazioni del Fezzan e della Cirenaica avevano lasciato il tavolo dei lavori sembra per il mancato accordo sul nome di due vicepremier. Al loro rientro è seguita la firma dell'intesa tra le fazioni libiche. Ai lavori hanno preso parte circa 200 parlamentari, esponenti tribali e politici libici oltre ai ministri degli Esteri di Italia, Qatar, Turchia e Tunisia e del paese ospitante, il Marocco. L'accordo è stato controfirmato dall'inviato dell'Onu in Libia, Martin Kobler, seguito da una decina di altri esponenti politici, tribali e associativi della societa' libica.

L'Occidente cerca così di forzare, temendo che la Sirte possa divenire la nuova sede di Daesh, in fuga dai bombardamenti russi. Seconde alcune fonti, l'Italia avrebbe già inviato forze speciali in Libia, mentre è certo l'arrivo nelle ultime ore di un C146 americano nella base di al Watiya.  

Correlati:

Libia, Gentiloni: Convergenza senza precedenti su risoluzione Onu
A Roma in corso la conferenza internazionale sulla Libia
Libia, Daesh conquista Sabrata
Tags:
accordo, crisi in Libia, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook