20:03 06 Luglio 2020
Politica
URL abbreviato
241
Seguici su

L'intesa - raggiunta a Tunisi - dovrà essere approvata dalle due assemblee in carica.

I due governi che si contendono il potere in Libia, espressione dei parlamenti di Tripoli e Tobruk, hanno raggiunto un accordo preliminare su un esecutivo di unità nazionale che metta fine al conflitto in corso nel Paese e al caos politico istituzionale.

L'intesa — raggiunta a Tunisi- dovrà essere approvata dalle due assemblee in carica, il Congresso generale nazionale sostenuto dalle fazioni islamiste a Tripoli e il parlamento di Tobruk, riconosciuto dalla comunità internazionale.

Secondo quanto riporta il quotidiano Libya Herald, le due parti s'impegnano a formare un comitato che nomini un primo ministro e due viceministri, mentre un gruppo di lavoro si occuperà della riforma della Costituzione.

Secondo l'ambasciatore libico a Roma, Ahmed Safar, è ancora "troppo presto" per considerare "una svolta" l'accordo. Tuttavia, conferma l'ambasciatore, l'accordo a Tunisi dimostra che "entrambe le parti sono desiderose di trovare una via d'uscita ragionevole all'attuale crisi politica" e il "raro faccia a faccia" avvenuto ieri in Tunisia è un "chiaro segnale" che sia a Tobruk che a Tripoli sta crescendo la convinzione di raggiungere la "pace".

Ciononostante, secondo l'ambasciatore,

"la minaccia del terrorismo è reale, anche se è stata ingigantita, la situazione della sicurezza in vaste aree della Libia deve ancora essere stabilizzata e, aspetto molto significativo, c'è un rapido deterioramento delle condizioni economiche nelle parti della Libia più colpite dal conflitto".

La prossima settimana le fazioni in lotta nel paese del nord Africa sono attese a Roma per un incontro internazionale.

Correlati:

Il Daesh potrebbe colpire l'Italia dalla Libia, meta dei terroristi in fuga dalla Siria
Allarme USA: Libia prossima roccaforte ISIS
Tags:
Governo libico, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook