15:04 15 Dicembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 2°C
    Profughi siriani (foto d'archivio)

    All'Ungheria non vanno giù le quote-migranti, esposto contro la UE

    © AP Photo/ Marko Drobnjakovic
    Politica
    URL abbreviato
    190

    Il governo ungherese ha presentato un esposto alla corte in Europa per sfidare il piano della UE sulla ripartizione in quote obbligatorie dei migranti.

    "L'esposto è stato presentato," — ha riferito all'agenzia France-Presse il rappresentante del ministero della Giustizia ungherese Gabor Kaleta.

    Lo scorso settembre il Consiglio dei ministri degli Interni dei Paesi dell'Unione Europea a maggioranza aveva deciso di introdurre quote obbligatorie per l'accoglienza dei migranti nella UE. L'Ungheria, insieme con la Slovacchia, la Repubblica Ceca e Romania, avevano votato contro il sistema di quote obbligatorie, insistendo sul principio della volontarietà per l'accoglienza dei rifugiati. La Slovacchia difende il suo diritto all'accoglienza volontaria dei profughi in una vertenza con la Commissione Europea.

    Leggi anche: "Video ai Migranti — ecco perchè l'Ungheria è la scelta peggiore"

    Correlati:

    La Slovacchia sfida la UE in tribunale per le quote sui migranti
    Finlandia, ministro Giustizia: profughi richiedenti asilo dovrebbero iniziare a lavorare
    Profughi nel Baltico: primo gommone in Svezia
    La Svezia chiede di riprendersi i profughi e soldi alla UE
    Tags:
    Società, migranti, profughi, Crisi dei migranti, Corte di Giustizia dell'Unione Europea, Unione Europea, Commissione Europea, Slovacchia, Ungheria, UE
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik