Widgets Magazine
05:01 18 Agosto 2019
Profughi siriani (foto d'archivio)

La Svezia chiede di riprendersi i profughi e soldi alla UE

© REUTERS / Marko Djurica
Politica
URL abbreviato
0 31

Ieri sera la Commissione Europea ha approvato la proposta del governo svedese di inviare i profughi presenti nel Paese scandinavo verso gli altri Stati della UE.

Lo riferisce "Sveriges Radio".

Dopo un incontro con Dimitris Avramopoulos, il commissario europeo per gli Affari Interni, il ministro dell'Immigrazione della Svezia Morgan Johansson sembrava abbastanza soddisfatto.

"Ora, in ogni caso, abbiamo fatto il primo passo", — ha detto il ministro.

Ancora è stato definito il numero approssimativo dei profughi che lasceranno la Svezia, ma le trattative proseguono. Tuttavia si potrà avere la certezza alla fine della settimana, quando i ministri dei Paesi dell'Europa si incontreranno a Bruxelles per parlare di immigrazione.

Contemporaneamente la Svezia eviterà di far fronte alla sua quota di 4.500 persone, sebbene proprio ad ottobre Stoccolma fosse uscita con la proposta di distribuire 160mila profughi provenienti da Grecia e Italia in tutta la UE. Finora solo 159 sono stati inviati negli altri Paesi.

Dimitris Avramopoulos aveva elogiato la Svezia e diceva che si tratta di un esempio per tutta l'Europa.

Tuttavia non vi è alcuna certezza che gli altri Paesi della UE accettino questa situazione.

Secondo Dimitris Avramopoulos, ora serve convincere gli altri Paesi membri a farsi carico di una parte dei profughi "svedesi".

In precedenza era stato riferito che la Svezia avrebbe voluto ricevere una compensazione dalla UE per i migranti accolti nel Paese.

"Quei 77 milioni di euro, che costituiscono il contributo svedese per migliorare la situazione dei rifugiati in Turchia, allo stesso tempo sono una misura importante per ridurre il numero di profughi che arrivano in Svezia. Per quanto riguarda il resto del denaro il piano è che riusciremo a trovarli dai fondi europei, perché abbiamo accolto molti profughi, — il giornale "Expressen" riporta le parole del primo ministro svedese Stefan Löfven al vertice UE-Turchia.

Secondo le previsioni del servizio di migrazione, nel biennio 2015-2016 la Svezia può accogliere fino a 360mila migranti. Nell'Unione Europea è il valore più alto rispetto al numero di abitanti.

Correlati:

“Le tensioni tra Russia e Turchia porteranno una nuova ondata di profughi in Europa”
Svezia non è più in grado di accogliere profughi
Crisi profughi nella UE, la Svezia chiude le frontiere
Profughi, Svezia insiste su relocation
Tags:
Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Società, profughi, Migranti, Crisi dei migranti, Commissione Europea, Unione Europea, Stefan Löfven, Morgan Johansson, Dimitris Avramopoulos, UE, Svezia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik