08:30 14 Dicembre 2018
Il presidente siriano Bashar al-Assad

Siria, alcuni paesi stanno rinunciando all’intransigenza sul futuro di Assad

© AFP 2018 / SANA
Politica
URL abbreviato
20290

La posizione di chi insiste sulle dimissioni del presidente siriano Bashar Assad non è realistica e alcuni paesi cominciano già a capirlo, ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

"Alcuni paesi cominciano comunque a capire meglio le realtà esistenti. Cominciano a rinunciare alla posizione di intransigenza — "prima Assad deve andarsene, poi vedremo che cosa si può fare". Non è una posizione realistica. Ora che una grande parte del territorio siriano è controllata da ISIS, "Nusra" e da altri gruppi terroristici, sarebbe forse poco realistico pensare di poter svolgere le elezioni, come lo sarebbe anche parlare di un regolamento politico. L'unica forza di terra che sta combattendo contro i terroristi sono le forze armate siriane", — ha detto Peskov.    

Correlati:

Siria, esercito di Assad libera dall'ISIS 2 villaggi cristiani nella provincia di Homs
“Il tempo del cambio dei regimi è finito, l'Occidente deve accettare Assad”
Assad elogia la Russia: in 2 mesi di raid fatto più degli USA in 1 anno contro ISIS
Siria, Assad: pronto a dimettermi solo dopo aver sconfitto ISIS e jihadisti
Tags:
Futuro Bashar Assad, Dmitry Peskov
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik