05:10 24 Novembre 2020
Politica
URL abbreviato
5140
Seguici su

Mosca e Parigi hanno concordato di combattere insieme contro le minacce comuni ed hanno invitato i partner a rafforzare il coordinamento per affrontare lo "Stato Islamico" in Siria. E' l'epilogo di quasi tre ore di colloqui tra i presidenti di Russia e Francia Vladimir Putin e Francois Hollande avvenuti ieri sera a Mosca.

Vladimir Putin ha osservato che questa volontà per intraprendere azioni congiunte sono "un contributo concreto e pratico per la formazione di un ampio fronte contro il terrorismo sotto l'egida delle Nazioni Unite."

"Prendo atto che il numero di Paesi che condividono questa iniziativa sta crescendo," — ha detto il presidente russo.

Secondo Putin, la Russia "con rispetto" si relaziona con la coalizione guidata dagli USA contro l'ISIS ed è pronta a collaborare, ma ritiene che "sarebbe meglio creare un'unica ed ampia coalizione".

"Coordinare il nostro lavoro comune, in queste circostanze, sarebbe più facile e risulterebbe più efficiente," — ha aggiunto il presidente russo.

Uno dei temi principali dell'incontro è stata la vicenda dell'abbattimento delle forze aeree turche del bombardiere russo Su-24 in Siria: le parti hanno affermato la necessità di impedire il ripetersi di incidenti simili.

Vladimir Putin ha sottolineato allo stesso tempo che Ankara non solo non ha ancora porto le proprie scuse per questa situazione, ma non ha manifestato l'intenzione di capire cosa sia successo.

Il presidente ha dichiarato che il dialogo continuerà la prossima settimana a Parigi, che ospiterà la Conferenza sul clima delle Nazioni Unite.

Correlati:

Russia e Francia possono unirsi contro ISIS
Tags:
François Hollande, Politica Internazionale, Cooperazione, Cooperazione militare, Terrorismo, jet abbattuto in Siria, Abbattimento jet russo, Coalizione USA anti ISIS, ISIS, Vladimir Putin, Siria, Russia, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook