14:43 18 Gennaio 2018
Roma+ 14°C
Mosca-7°C
    Parlamento turco

    Ocse, violenze e restrizioni alla libertà di espressione hanno influenzato voto in Turchia

    © REUTERS/ Umit Bektas
    Politica
    URL abbreviato
    0 42

    Il nuovo parlamento si riunirà per la prima volta il 17 novembre. L'esecutivo guidato da Davutoglu non avrà problemi nell'ottenere la fiducia in quanto il partito di Erdogan ha la maggioranza assoluta.

    "Anche se i cittadini turchi potevano scegliere tra reali e forti alternative politiche in queste elezioni altamente polarizzate, il rapido declino nella varietà dei mezzi di comunicazione e le restrizioni alla libertà di espressione hanno influenzato il processo e destano preoccupazione":

    a denunciarlo l'Ocse, Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa, che, in una nota, segnala come la mancanza di libertà di stampa e di espressione, oltre che le violenze abbiano segnato come mai prima la campagna elettorale delle elezioni turche, vinte ieri dal partito islamico Akp.

    La giornata elettorale riceve comunque il sostegno degli osservatori che la descrivono come "ben organizzata", "efficiente" e "generalmente tranquilla" con uno spoglio "trasparente", secondo quanto ha fatto sapere il deputato spagnolo Ignacio Sanchez Amor, che dirige la missione degli osservatori dell'Osce.

    Il nuovo parlamento turco si riunirà per la prima volta il 17 novembre. Sarà presieduto provvisoriamente da Deniz Baykal, ex leader del partito di opposizione Chp, in quanto il più anziano tra gli eletti. Entro i cinque giorni successivi alla prima seduta, i partiti presenteranno i loro candidati per la carica di presidente del parlamento e la votazione si terrà nella seconda seduta. Successivamente, il capo dello Stato, Recep Tayyip Erdogan, incaricherà Ahmet Davutoglu, candidato premier del partito vincente, l'Akp dello stesso Erdogan, di formare il governo. Anche questo dovrebbe essere un passaggio rapido, visto che il partito non necessita di stringere coalizioni. La fiducia deve essere votata da almeno 276 parlamentari e l'Akp non avrà problemi a ottenerla, visto che ne conta 314.

    Correlati:

    Turchia, Erdogan verso la maggioranza assoluta nelle elezioni legislative anticipate
    Obama ti chiama, Erdogan rispondi!
    Telefonata tra Putin ed Erdogan sulla visita di Assad a Mosca
    Tags:
    Elezioni, Parlamento, Recep Erdogan, Turchia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik