20:38 19 Gennaio 2018
Roma+ 14°C
Mosca-8°C
    Bandiera Libia

    Libia, Gentiloni: sosterremo la sua rinascita

    © Sputnik. Andrey Stenin
    Politica
    URL abbreviato
    1 0 0

    Il ministro degli Esteri italiano da Algeri nelle ore in cui Tobruck accusa l'Italia della presenza di tre navi da guerra nelle proprie acque territoriali. La smentita della Difesa italiana.

    Il governo libico non esiterà a ricorrere a tutti i mezzi che gli consentano di proteggere le sue frontiere e la sua sovranità territoriale. Si legge così nel comunicato diffuso ieri sugli account social del governo libico di Tobruck. Il destinatario del messaggio è l'Italia, accusata senza mezzi termini di avere occupato le acque territoriali libiche con tre navi da guerra.

    La risposta italiana non si era fatta attendere e dopo qualche ora una nota da parte del ministero della Difesa smentiva.

    "Tutte le navi militari italiane presenti nel Mediterraneo operano in acque internazionali rispettando i limiti stabiliti dai trattati".

    Oggi il ministro degli Esteri italiano Paolo Gentiloni è tornato a parlare della crisi libica, a margine di un incontro ad Algeri con rappresentanti istituzionali di Egitto e Algeria, riuniti proprio per discutere della situazione in Libia.

    L'Italia "è pronta a dare il suo contributo rispondendo alle richieste e alle esigenze del governo di unità nazionale": Poche parole per confermare, alla vigilia dell'attesa decisione che proprio il parlamento di Tobruck dovrà prendere sull'ultima bozza proposta da Bernardino Leon, che non c'è più spazio per alcun ulteriore negoziato. 

    Correlati:

    Libia, Gentiloni: pressioni fisiche e militari contro accordo
    Libia, dall’Ue pronti 100 milioni di euro per un governo d’unità nazionale
    Libia: “C'è accordo per governo di unità nazionale”
    Tags:
    Paolo Gentiloni, il ministro degli Esteri, Italia, Libia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik