00:39 27 Settembre 2020
Politica
URL abbreviato
5160
Seguici su

"E' palese che le relazioni tra la Russia e la Serbia si stiano sviluppando in modo costruttivo. Inoltre Mosca non ha mai fatto pressione su Belgrado, mentre qualsiasi proposta dell'Occidente è accompagnata da condizioni,” - ha detto l'ex diplomatico serbo Vladislav Jovanovic a "Sputnik" al termine di una visita a Mosca del premier serbo.

"La politica estera della Serbia nei riguardi dell'Unione Europea è fortemente dipendente dal continuo sostegno della Russia alle Nazioni Unite sulla questione del mancato riconoscimento del Kosovo nell'ambito della volontà dell'Occidente di riconoscere e far entrare la repubblica non riconosciuta in diverse organizzazioni internazionali. Ciò suggerisce che qualunque politica estera multidirezionale conduca la Serbia, in nessun caso Belgrado può e non deve rinunciare ai rapporti con la Russia."

Per quanto riguarda la cooperazione militare tra la Russia e la Serbia, l'analista militare Miroslav Lazanski in un'intervista a "Sputnik" ha definito molto buonala notizia secondo cui in Serbia verranno riparati gli elicotteri russi. Come osservato da Lazanski questo fatto potrebbe contribuire alla rinascita di un importante impianto militare vicino a Belgrado.

"In tutta la regione, Ungheria, Bulgaria, Bosnia, anche in Croazia e Romania, ci sono molti elicotteri russi, che potrebbero essere riparati qui e non inviati in Russia, sarebbe molto più economico," — ha chiarito Lazanski. Ha inoltre detto che il premier Vucic sta mantenendo la promessa: intende acquistare 2 elicotteri da trasporto russi.

Gli esperti ritengono che la questione della cooperazione militare sarà sollevata di nuovo durante la visita a dicembre a Belgrado del vice primo ministro Rogozin, revisore dell'industria della difesa.

Commentando le dichiarazioni di Vucic, secondo cui le aziende serbe riceveranno il gas russo a prezzi più convenienti, l'economista Goran Nikolic ha detto che più basso sarà il prezzo, diventerà più facile "salvare il complesso petrolchimico serbo".

"Penso che questo sia il risultato più importante della visita di Mosca. Qualsiasi rafforzamento della nostra cooperazione con la Russia, in particolare quando si tratta dell'industria alimentare, è molto importante. Questo è un settore in cui possiamo aumentare l'offerta ed ottenere maggiori proventi dalle esportazioni."

Tags:
Occidente, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Economia, Cooperazione, Unione Europea, Aleksandar Vučić, UE, Kosovo, Serbia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook