09:13 03 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
371
Seguici su

L'operazione russa in Siria è frutto dell'indecisione dei Paesi occidentali, che non sono riusciti a sviluppare una strategia chiara nella lotta contro ISIS, ritiene l'ex primo ministro francese Francois Fillon.

La Russia e l'Iran escono protagonisti dal conflitto siriano, ritiene l'ex primo ministro francese Francois Fillon.

"L'operazione russa è il risultato dell'indecisione occidentale, incapace di scegliere una strategia chiara contro il Daesh (ISIS, ndr), dal momento che sono imbrigliati nelle loro posizioni interne, inefficaci e controproducenti," — ha scritto nel suo blog Fillon.

Alla fine, afferma il politico, l'Iraq "liberato" dagli Stati Uniti applaude e chiede alla Russia di Putin di intensificare i suoi sforzi militari. La Turchia è confusa ed ammette ora la possibilità che Bashar Assad rimanga al potere nel breve termine, scenario impensabile fino a pochi mesi fa.

"Gli iraniani e i russi stanno ora interpretando i ruoli di primo piano del conflitto, che tuttavia ci riguarda direttamente per i nostri legami con il Libano, per la nostra responsabilità storica nei confronti dei cristiani del Medio Oriente, dei profughi che mirano all'Europa e delle minacce terroristiche mai così alte," — ritiene Fillon.

Anche gli americani si sono finalmente resi conto di prendere le misure per uscire dall'impasse diplomatica, ovvero dal rifiuto del dialogo con la Russia, afferma l'ex primo ministro.

"Il canale diretto Mosca-Washington è stato aperto a luglio e ancora una volta ci esclude, ma a quanto pare funziona. I russi e gli americani hanno appena concordato le regole per evitare qualsiasi incidente nei cieli siriani. Ci hanno però colto di sorpresa organizzando il vertice quadrilaterale a Vienna con i rappresentanti di Turchia e Arabia Saudita, diventati testimoni di quello che eravamo," — commenta Fillon.

E' "commovente" il tentativo della diplomazia francese di riprendere il controllo della situazione dopo aver organizzato questa settimana a Parigi un incontro tra i ministri degli Esteri dell'Europa, degli USA e dei Paesi arabi senza la Russia, commenta ironicamente Fillon.

Per tutelare gli interessi della Francia, è necessario parlare con Mosca e Washington, è convinto l'ex primo ministro.

Tags:
Terrorismo, Politica Internazionale, raid della Russia in Siria, ISIS, Francois Fillon, Iraq, Medio Oriente, Iran, USA, Siria, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook