21:11 25 Giugno 2018
Valeriu Strelet, primo ministro della Moldavia

Moldavia, è crisi di governo

© REUTERS / Viktor Dimitrov
Politica
URL abbreviato
1210

L'esecutivo di Valeriu Strelet, accusato di corruzione, dopo la distrazione bancaria e le manifestazioni popolari, è stato sfiduciato dalla maggioranza parlamenatare.

Il governo guidato dal primo ministro moldavo Valeriu Strelet è stato sfiduciato dal parlamento di Chisinau. Accusato di corruzione, l'esecutivo filo Ue è caduto con il voto di 65 parlamentari. L'assemblea paralamentare di Chisinau è costituita da 101 deputati.

Oltre a comunisti e socialisti si sono espressi per la sfiducia anche i deputati del partito democratico, un movimento filo-occidentale, ma avverso all'Unione Europea.

Strelet era premier dal 30 luglio. In base alla legge in vigore in Moldova, entro tre giorni il governo dovrà lasciare l'incarico e il presidente della Repubblica dovrà incaricare un nuovo primo ministro. Successivamente, entro 15 giorni, il primo ministro eletto presenterà al parlamento le proposte per il nuovo governo. In caso di fiducia, i nuovi ministri presteranno giuramento. Ma, d'altra parte, potrebbero essere indette a breve nuove elezioni politiche nazionali, il cui risultato prevedibilmente porterebbe a una nuova maggioranza anti Ue. 

Correlati:

Moldavia, ultimatum da opposizione: “via il governo o proteste in tutto il Paese”
Moldavia, arrestato ex primo ministro per corruzione
Moldavia, al via il prestito di 150 milioni di euro dalla Romania
Mosca tuona contro la Moldavia per rifiuto ingresso a giornalisti russi
Tags:
sfiducia, governo, Valeriu Strelet, Moldavia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik