04:12 20 Agosto 2017
Roma+ 24°C
Mosca+ 18°C
    Vladimir Putin e Barack Obama

    “Obama rinuncia a collaborare con Putin per orgoglio e non sancire fine egemonia USA”

    © Sputnik. Aleksey Nikolskyi
    Politica
    URL abbreviato
    213142412

    La riluttanza del presidente degli Stati Uniti a cooperare con Putin, sta nel fatto che Barack Obama sta cercando di evitare di essere bollato come il politico che per la prima volta nella storia ha compromesso la superiorità americana sulla scena internazionale, ritiene il giornalista Bryan MacDonald.

    Il presidente russo sta porgendo un ramoscello d'ulivo all'Occidente, i politici dovrebbero accettare la sua offerta, ritiene il giornalista Bryan MacDonald.

    Mosca offre cooperazione, ma Washington è troppo testarda per cambiare la sua linea, anche se probabilmente è consapevole che prima o poi dovrà cedere, ritiene il giornalista.

    Secondo lui, Barack Obama si trova innanzi ad un problema. Quando ha assunto l'incarico di presidente degli Stati Uniti quasi 7 anni fa, la Casa Bianca aveva appena cominciato ad intraprendere le misure per preservare un mondo unipolare. Ora la situazione è cambiata, come dimostrato dalla rapida crescita della Cina, dalla rinascita della Russia dalle ceneri dell'Unione Sovietica, così come dalle conseguenze negative e costose delle guerre in Iraq e Afghanistan.

    "Vladimir Putin lo sa come Barack Obama, ma quest'ultimo non può accettare il fatto di essere ricordato come il presidente che ha mandato in aria la supremazia americana," — ritiene l'analista.

    Nel corso degli ultimi 2 anni e mezzo, sullo sfondo del conflitto in Ucraina e dei disordini in Medio Oriente, i due leader si sono parlati solo attraverso i media, solo una volta hanno avuto un breve faccia a faccia.

    Secondo il giornalista, il presidente americano dovrebbe sacrificare il suo orgoglio e mettersi in contatto con il capo di Stato russo per superare le differenze esistenti.

    "Putin ha aperto la porta per normalizzare le relazioni russo-americane. Avete il coraggio di varcare quella porta, presidente Obama?", — si chiede McDonald.

    Tags:
    Politica Internazionale, Terrorismo, Occidente, Cooperazione, ISIS, Stato Islamico, Vladimir Putin, Barack Obama, Cina, Siria, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik