15:50 23 Agosto 2017
Roma+ 27°C
Mosca+ 24°C
    Presidente dell'Egitto Abdel Fattah al-Sisi

    Egitto, chiusi i seggi per la prima fase elettorale

    © REUTERS/ Philippe Wojazer
    Politica
    URL abbreviato
    0 13120

    Iniziato lo spoglio in 14 dei 27 governatorati per la definizione dei seggi nel nuovo Parlamento egiziano. A novembre la seconda fase e nel mese successivo la proclamazione.

    Si sono chiuse ieri alle 21 le urne in 14 governatorati egiziani, chiamati alle urne per il rinnovo del Parlamento. In questa due giorni, prima fase di un processo elettorale che troverà compimento alla fine del mese di novembre, nei giorni del 22 e 23 del mese, quando le altre province saranno chiamate al voto. A dicembre poi è atteso l'ultimo passaggio, ossia la formazione del Parlamento.

    Domenica e lunedì scorsi il voto ha riguardato le province di Giza, Fayoum, Beni Suef, Minya, Assiut, New Valley, Sohag, Qena, Luxor, Assuan, Mar Rosso, Alessandria, Beheira e Matrouh, per un bacino elettorale complessivo di oltre 27 milioni di persone.

    Per via del complesso meccanismo previsto dalla riforma costituzionale voluta dal presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi, i risultati definitivi verranno diffusi nei primi giorni di dicembre, ad urne chiuse per tutte le province del Paese.

    Per l'Egitto si tratta delle prime elezioni parlamentari dopo la deposizione del presidente Mohamed Morsi avvenuta nel 2013. Ad essere eletti saranno in 596, di cui 448 scelti con voto di preferenza individuale, 120 saranno attribuiti alle liste e coalizioni e altri 28 saranno nominati dal gabinetto del presidente al-Sisi.

     

     

    Correlati:

    L'Egitto al voto per rieleggere il parlamento
    In settimana incontro in Russia sulle Mistral con i rappresentanti dell'Egitto
    Russia e Egitto coordineranno lotta all’ISIS
    Tags:
    elezioni parlamentari, Parlamento, Mohamed Morsi, Abdel Fattah al-Sisi, Egitto
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik