14:46 29 Novembre 2020
Politica
URL abbreviato
2293
Seguici su

Più gli ucraini crederanno alle parole delle autorità di Kiev, più forte al loro collo si stringerà il cappio del regime attuale, è convinto l'ex primo ministro Mykola Azarov.

L'incitamento all'odio contro la Russia tra i cittadini ucraini non darà benefici allo Stato, ritiene l'ex primo ministro Mykola Azarov.

Secondo l'ex premier, fino a quando il mito, secondo cui molti dei mali di cui soffre il Paese oggi siano colpa del precedente governo e del presidente russo, "non verrà sradicato dalle coscienze degli ucraini", la vita non migliorerà.

"Il mito del precedente governo, di Putin, della Russia aggressore e del nemico russo permette al regime di Kiev di saccheggiare e rapinare gli ucraini e più la gente ci crederà, più forte si stringerà il cappio al loro collo di queste autorità predatorie," — ha scritto il politico sulla sua pagina su "Facebook".

Secondo Azarov, la causa principale dei mali della Ucraina è il colpo di stato e l'avvento al potere di "banditi e ladri di soldi pubblici."

"Questo è il vero quadro di come vanno le cose realmente. L'unica cosa in cui ha avuto successo il regime di Kiev sta nell'aver fomentato un clima di odio sia contro il governo precedente sia contro la Russia: è una strada che porta verso il nulla e sempre più persone ne sono convinte," — ha concluso l'ex primo ministro ucraino.

Tags:
Maidan, politica interna, Russofobia, governo, Mykola Azarov, Arseniy Yatsenyuk, Vladimir Putin
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook