23:23 23 Novembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca-4°C
    David Cameron

    Londra detta le condizioni alla UE per restare insieme

    © AP Photo/
    Politica
    URL abbreviato
    81318517

    Quattro richieste, formulate e preparate da David Cameron e dai suoi fedelissimi nel governo, saranno presentate a Bruxelles come garanzia della permanenza del Regno Unito nell'Unione Europea, riporta il Telegraph.

    Il primo ministro britannico David Cameron e i suoi più stretti collaboratori nel governo hanno preparato 4 richieste principali alle autorità dell'Unione Europea, "come garanzia della permanenza di Londra nella UE", riporta il Telegraph citando sue fonti nel governo britannico.

    La prima richiesta di Londra sta nel fatto che Bruxelles deve "mettere in chiaro" che il Regno Unito sarà tenuto lontano dalla costruzione di un "Superstato europeo".

    Di fatto la Gran Bretagna si tira fuori dal principio fondante dell'Unione Europea, ovvero creare "un'unione più stretta".

    La seconda richiesta prevede che Bruxelles debba "chiarire" come l'euro non sia la moneta unica dell'Unione Europea, evidenziando il concetto di un'Europa a più monete.

    Le autorità britanniche insistono su questo punto per non perdere la sovranità monetaria e difendere la sterlina.

    In base alla terza richiesta, Londra chiede di ridare potere al Parlamento nazionale per consentire al Regno Unito di bloccare le direttive UE indesiderate e rivedere la legislazione esistente dell'Europa.

    La richiesta finale del Regno Unito a Bruxelles è quello di cambiare la struttura dell'Unione Europea.

    Londra insiste sulla riorganizzazione del blocco dei 28 Paesi membri al fine di tutelare gli interessi dei 9 Paesi che non sono membri dell'eurozona, sganciando la politica europea dall'influenza dominante dei Paesi della zona euro. In aggiunta la City di Londra deve diventare il centro finanziario dell'Europa.

    Tags:
    Borsa&Mercati, Finanze, Politica Internazionale, Economia, Sterlina, euro, Unione Europea, David Cameron, Gran Bretagna, UE
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik