10:08 25 Novembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca-6°C
    Angela Merkel

    Migranti, Merkel: Non abbiamo lasciato sola l'Italia

    © Sputnik. Grigoriy Sisoev
    Politica
    URL abbreviato
    17213

    La cancelliera tedesca ad una trasmissione TV dopo il discorso alla Plenaria dell'Europarlamento: Dublino superata, lavorare a procedure eque e solidali.

    L'Europa ha bisogno di un nuovo approccio sulla questione migranti, basato sulla solidarietà. E' questo il cuore del ragionamento esposto ieri alla plenaria dell'Europarlamento da Angela Merkel, in un insolito e da più parti criticato intervento congiunto con il presidente francese Francois Hollande sui temi dell'immigrazione. Dublino è superata, questa la tesi esposta dai due leader, che non hanno mancato di sottolineare come non è con la chiusura e l'isolamento che l'epocale emergenza che sta attraversando l'Europa può essere affrontata.

    Nel corso della serata poi, rispondendo ad alcune domande nel corso di una trasmissione televisiva, Merkel ha risposto negando che ci sia stato scarso appoggio da parte europea nei confronti dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo.

    "Non è vero — ha detto la cancelliera con fermezza — che abbiamo lasciato sola l'Italia".

    Poche ore prima, nel corso della seduta pomeridiana a Strasburgo, insieme a Hollande era stato già ribadito l'invito ad un'apertura per i Paesi scettici sui piani UE in materia di grandi migrazioni, sostenendo che Grecia, Italia gli Stati balcanici non possano essere lasciati soli in balia delle ondate migratorie.

    Perplessità per le modalità dell'intervento, additato da più parti come la riproposizione del modello di Europa a trazione franco-tedesca, sono state manifestate da molti europarlamentari. Tra i più critici gli italiani del Movimento 5 Stelle che hanno abbandonato l'aula di Strasburgo al momento dell'intervento di Merkel e Hollande, lasciando sui banchi dei cartelli che recitavano "Perchè voi?".

    Correlati:

    Il piano UE per i migranti
    Ue, non c'è accordo sui migranti
    I Paesi più accoglienti per i migranti
    Tags:
    Crisi dei migranti, Angela Merkel, Germania, Italia, Europa
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik