19:43 24 Novembre 2017
Roma+ 17°C
Mosca-4°C
    Rappresentante permanente della Russia alla NATO Alexander Grushko

    Mosca: incidente nel cielo della Turchia usato per scatenare guerra mediatica

    © Sputnik. Alexander Vilf
    Politica
    URL abbreviato
    1506111

    Lo sconfinamento dell’aereo russo, denunciato dalla Turchia, è stato usato dalla NATO come pretesto per dare una spinta alla guerra mediatica, ha dichiarato il rappresentante della Russia alla la NATO Alexandr Grushko.

    "L'impressione è che l'incidente nello spazio aereo della Turchia sia stato usato per includere la NATO, come struttura, nella campagna mediatica, scatenata dall'Occidente, per travisare e falsificare gli obiettivi dell'operazione che viene svolta in Siria dalle forze aerospaziali della Russia", — comunica RIA Novosti, citando Grushko.

    "NATO ha ignorato le spiegazioni della Russia dopo l'incidente nel cielo della Turchia", — ha dichiarato il diplomatico.

    "Incidenti di questo tipo vengono chiariti attraverso canali bilaterali o attraverso canali militari. Ciò è prassi consolidata. Il fatto che le spiegazioni, fornite dalla parte russa, siano state ignorate, dimostra le vere intenzioni dei promotori del Consiglio, mentre l'inclusione nel testo di frasi, prese in prestito, secondo cui gli attacchi non sarebbero diretti contro ISIS e sarebbero accompagnati da vittime tra gli abitanti civili, non fa altro che confermare quanto sopra", — ha detto Alexandr Grushko.    

    Correlati:

    Turchia minimizza violazione spazio aereo di velivolo militare russo in Siria
    Ankara: Mosca ha promesso, volo su Turchia un errore e non si ripeterà più
    La Turchia denuncia una nuova violazione del suo spazio aereo
    Tags:
    Guerra mediatica, Ambasciatore Alexandr Grushko
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik