14:17 23 Novembre 2017
Roma+ 18°C
Mosca-3°C
    Sergey Lavrov all'Assemblea Generale ONU

    All'ONU Lavrov rivendica sforzi Russia su clima e dice no alle sanzioni unilaterali

    © AFP 2017/ TIMOTHY A. CLARY
    Politica
    URL abbreviato
    0 496122

    Mosca sostiene la revoca dell'embargo contro Cuba e la cessazione di altre sanzioni imposte arbitrariamente al di fuori del Consiglio di Sicurezza dell'ONU. Inoltre il ministro Lavrov sottolinea come la Russia abbia superato i suoi obblighi relativi al protocollo di Kyoto e sia oggi leader nella riduzione complessiva delle emissioni di gas serra.

    Secondo il capo della diplomazia russa, "all'ambizione di uno sviluppo sostenibile si contrappone direttamente la prassi di imporre misure coercitive unilaterali in violazione della Carta delle Nazioni Unite."

    "Tali azioni afflittive e illegittime, che minano i principi del mercato nei settori del commercio, della finanza, della tecnologia, degli investimenti, devono essere sospese. Lo stesso vale per la revoca necessaria dell'embargo contro Cuba e delle altre sanzioni arbitrariamente imposte eludendo il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite," — ha affermato il ministro russo intervenendo al vertice delle Nazioni Unite nell'agenda globale per lo sviluppo per l'anno successivo.

    La Russia ha superato i suoi obblighi ai sensi del protocollo di Kyoto ed è oggi leader nella riduzione complessiva delle emissioni di gas serra, ha sottolineato il capo della diplomazia russa al vertice dello sviluppo globale nell'ambito dei lavori dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

    "Come una delle condizioni importanti per lo sviluppo sostenibile consideriamo la soluzione dei problemi climatici. Il nostro Paese è leader mondiale nella riduzione cumulativa delle emissioni di gas serra. Abbiamo superato i nostri obblighi relativi al protocollo di Kyoto. Le nostre emissioni sono diminuite del 31% rispetto al 1990. In Russia le emissioni derivanti dal settore energetico sono diminuite del 37% negli ultimi 20 anni, "- ha detto Lavrov.

    Il prossimo dicembre Parigi ospiterà una conferenza internazionale in cui i leader potranno adottare un nuovo accordo sul clima, che dovrebbe sostituire il protocollo di Kyoto, scaduto nel 2012.

    Tags:
    Cambiamenti climatici, Inquinamento, Ambiente, Sanzioni, Politica Internazionale, ONU, Sergej Lavrov, Cuba, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik