06:28 25 Novembre 2017
Roma+ 11°C
Mosca-5°C
    Vladimir Putin e Recep Tayyip Erdogan

    “L'Occidente deve accordarsi con la Russia sulla Siria, non allungare la vita di ISIS”

    © Sputnik. Alexei Druzhinin
    Politica
    URL abbreviato
    21167211

    Oggi è arrivato in Russia in visita ufficiale il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. Durante la visita, ha partecipato all'inaugurazione della moschea di Mosca, mentre nel pomeriggio incontrerà il presidente russo Vladimir Putin.

    In un'intervista con l'edizione turca di Sputnik Suleyman Sensoy, presidente del Centro turco-asiatico di Studi Strategici, ha raccontato se è possibile parlare di convergenza delle posizioni di Mosca e Ankara sulla questione siriana e se dopo il fallimento dell'iniziativa degli Stati Uniti di addestrare i ribelli dell'opposizione siriana moderata sono state intraprese azioni congiunte dalla Turchia e dalla Russia per combattere ISIS.

    — Durante l'incontro tra i leader dei due Paesi, si parlerà soprattutto degli ultimi avvenimenti interni ed esterni riguardo la Siria e della lotta contro il gruppo terrorista dello "Stato Islamico". Le parti toccheranno il tema della centrale nucleare "Akkuyu", così come altri progetti economico-commerciali e gli investimenti bilaterali.

    — Da diversi anni affermiamo e continuiamo ad insistere sul fatto che senza il coinvolgimento della Russia non avranno successo i tentativi per risolvere la crisi siriana. Naturalmente la Russia e la Turchia possono e devono cooperare per risolvere la crisi siriana basandosi sulla stabilità e l'integrità territoriale della Siria. Tuttavia, nonostante Mosca ed Ankara condividano questi principi, dobbiamo riconoscere che il loro approccio alla crisi siriana è diverso, in particolare sul futuro dell'amministrazione Assad.

    Al momento le posizioni di ISIS sono bombardate dalle forze della coalizione internazionale. Per la lotta contro ISIS la Turchia ha aperto le sue basi aeree e partecipa occasionalmente ai raid della coalizione. Tuttavia queste operazioni della coalizione internazionale non sono affatto efficaci. A mio parere il ruolo decisivo nella lotta contro ISIS può essere preso dalla Russia, che ha una base militare in Siria. L'Occidente dovrebbe affrettarsi nel raggiungere un accordo con la Russia, non allungare la vita di ISIS.

    Tags:
    Terrorismo, Politica Internazionale, Occidente, ISIS, Recep Erdogan, Vladimir Putin, Siria, Turchia, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik