22:04 20 Novembre 2017
Roma+ 10°C
Mosca+ 2°C
    Gazprom

    Europa orientale contro Parigi e Berlino sulle sanzioni verso la Russia

    © Sputnik. Ilya Pitaliov
    Politica
    URL abbreviato
    71233151

    La rivista ceca “Literární Noviny” della Repubblica Ceca rileva che i Paesi dell'Europa orientale rischiano di essere lasciati fuori dal mercato russo a seguito delle sanzioni UE contro Mosca, mentre la Germania e la Francia allo stesso tempo traggono benefici.

    La Repubblica Ceca, la Slovacchia e la Polonia temono di rimaner fuori dal business con la Russia per le sanzioni contro Mosca, mentre allo stesso tempo la Germania e la Francia non rinunciano al loro interesse nei riguardi della Federazione Russa. La rivista ceca "Literární Noviny" ha recentemente pubblicato l'articolo dal titolo "Dimenticate l'Ucraina. E' il solito business tra la Russia e l'Europa", scrive l'edizione internazionale di Sputnik.

    Dall'articolo emerge che il più grande timore dei Paesi dell'Europa orientale non è la crisi ucraina in quanto tale, ma la paura di restare tagliati fuori dal progetto "Nord Stream-2", di cui beneficia solo l'Europa occidentale. La rivista fa notare che il progetto allarga le opportunità della Russia di fornire il gas direttamente in Germania aggirando l'Ucraina, la Repubblica Ceca, la Polonia e la Slovacchia.

    In precedenza, queste stesse preoccupazioni erano state espresse dal premier della Slovacchia Robert Fico, che ha definito il progetto "un tradimento per l'Ucraina e la Slovacchia da miliardi di euro".

    Tuttavia la Slovacchia ha promesso a Kiev di ridurre la dipendenza da "Gazprom".

    Anche il presidente della Polonia Andrzej Duda si è opposto all'accordo tra "Gazprom" e le compagnie occidentali, affermando che ignora gli interessi della Polonia e conseguentemente gli interessi degli Stati Uniti, osserva la rivista.

    Tags:
    Geopolitica, Politica Internazionale, Energia, Economia, sanzioni antirusse, Nord Stream, gas della Russia, Gazprom, Unione Europea, Andrzej Duda, Robert Fico, Europa occidentale, Slovacchia, Repubblica Ceca, Polonia, Europa orientale, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik