14:17 23 Novembre 2017
Roma+ 18°C
Mosca-3°C
    Igor Plotnitsky, presidente Repubblica Popolare di Lugansk

    Lugansk, Plotnitsky: integrazione con Russia è “processo inevitabile”

    © Sputnik. Egor Eryomov
    Politica
    URL abbreviato
    0 30372

    Il leader della repubblica autoproclamata di Lugansk ha sottolineato il “diritto a stare insieme alla Russia” definendolo un “obiettivo che corrisponde agli interessi più profondi e alle aspirazioni” di tutti coloro che vivono nell’area.

    L'integrazione dell'autoproclamata repubblica di Lugansk con la Russia "è un obiettivo" e al tempo stesso "un processo inevitabile". Lo ha affermato oggi Igor Plotnitsky, ex ministro della Difesa e attuale leader della repubblica autoproclamata. Nel corso di una tavola rotonda, Plotnitsky ha sottolineato il "diritto a stare insieme alla Russia", sottolineando:

    "Siamo pronti, irremovibili e con le armi in mano, a discutere il percorso d'integrazione del Donbass con la Russia e con il grande mondo russo".

    Tale integrazione — ha ribadito Plotnitsky — "è un obiettivo e, con ogni probabilità, un processo inevitabile che corrisponde agli interessi più profondi e alle aspirazioni" di tutti coloro che vivono nell'area.    

    Correlati:

    Kiev annuncia rafforzamento delle linee di difesa nonostante la tregua nel Donbass
    La Russia chiede un rapporto all'OSCE sulla situazione nel Donbass
    Kiev annuncia ritiro carri armati dal fronte del Donbass, ma effettua esercitazioni
    Dalla Russia nuovi dubbi sull'inchiesta sul disastro del boeing malese in Donbass
    Tags:
    geopolitica, Igor Plotnitsky, Repubblica Popolare di Lugansk, Donbass, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik