04:19 01 Dicembre 2020
Politica
URL abbreviato
671
Seguici su

Il cancelliere tedesco Angela Merkel, il presidente francese Francois Hollande e il primo ministro britannico David Cameron hanno espresso "pieno sostegno a questo accordo, in quanto soddisfa i suoi obiettivi."

L'accordo nucleare impedirà all'Iran di avere armi nucleari, hanno scritto in un articolo comune pubblicato sul quotidiano "Washington Post" il cancelliere tedesco Angela Merkel, il presidente francese Francois Hollande e il primo ministro britannico David Cameron.

I tre leader politici hanno osservato che il programma nucleare di Teheran "ha rappresentato una minaccia per più di 10 anni" e avrebbe potuto aprire la strada ad "una corsa agli armamenti in una regione già instabile."

"Insieme ci siamo assunti la responsabilità di cancellare questa minaccia. La lunga storia di negoziati infruttosi con l'Iran non dava motivi di ottimismo. Eppure dopo 2 anni di discussioni difficili e dettagliate è stato raggiunti un accordo che chiude all'Iran tutte le strade possibili per acquisire armi nucleari in cambio di una cancellazione graduale delle sanzioni maturate a seguito di questo problema", — si legge nell'articolo.

"Deploriamo seriamente il fatto che l'Iran non riconosca l'esistenza di Israele," — scrivono gli autori dell'articolo.

Inoltre affermano di ritenere inaccettabili le dichiarazioni della leadership iraniana su questo tema.

Secondo loro, "la sicurezza di Israele è la base di tutto e non avremmo raggiunto l'accordo nucleare con l'Iran, se avessimo ritenuto che non sarebbe stata eliminata la minaccia per la regione e sarebbe rimasto a rischio il regime di non proliferazione delle armi nucleari nel suo complesso."

Tags:
François Hollande, Geopolitica, Armi nucleari, Diplomazia Internazionale, Politica Internazionale, Nucleare, Mediatori internazionali su nucleare iraniano, David Cameron, Angela Merkel, Medio Oriente, Israele, Iran, Gran Bretagna, USA, Francia, Germania
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook