00:40 20 Settembre 2018
Robert Fico, premier Slovacchia

Per premier Slovacchia “nella UE non servono quote obbligatorie per profughi”

© AFP 2018 / ATTILA KISBENEDEK
Politica
URL abbreviato
0 41

Nell'Unione Europea il dibattito sull'assegnazione delle quote obbligatorie per i rifugiati è assolutamente inutile, se i profughi vogliono solamente la Germania, l'Austria, la Francia o la Gran Bretagna, ha affermato il primo ministro slovacco Robert Fico intervenendo alla tv nazionale.

"I profughi non vogliono rimanere da noi. Tutti vogliono la Germania, l'Austria, la Francia o il Regno Unito. Non siamo da biasimare per il fatto che i Paesi della nostra regione suscitano poco interesse per loro, pertanto sarebbe completamente inutile la nostra quota obbligatoria. Come li tratteniamo? Li leghiamo con le catene e li costringeremo ad ambientarsi qui? " — ha detto Fico, intervenendo durante un talk show nella tv slovacca.

Fico ha ricordato che il suo Paese ha proposto di accogliere 200 profughi cristiani provenienti dalla Siria e di aiutare anche la vicina Austria, dove tutti i centri d'accoglienza sono sovraffollati. La Slovacchia ha accettato di ospitare nel suo territorio i migranti provenienti dai centri d'accoglienza austriaci mentre Vienna prosegue i controlli su di loro.

Il premier slovacco è convinto che la chiave per risolvere la crisi migratoria sia in quei Paesi da dove le persone fuggono verso l'Europa, in cui dovrebbero essere compiuti sforzi per stabilizzare la situazione.

"Tutti piangiamo quando parliamo di Siria, sapendo che molti Paesi occidentali inviano armi ai ribelli," — ha detto Fico.

Ha aggiunto che la Slovacchia è pronta ad inviare le proprie truppe nella regione, se verrà raggiunto un accordo internazionale per autorizzare la forza militare contro ISIS.

Tags:
Politica Internazionale, Società, migranti, profughi, Unione Europea, Robert Fico, Slovacchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik