12:03 22 Gennaio 2021
Politica
URL abbreviato
123
Seguici su

Il ministro degli Esteri della Finlandia Timo Soini, leader del partito “Veri Finlandesi”, ieri si è pronunciato in merito alla politica dell’UE nel campo della migrazione.

Soini ha scritto sul suo blog che il suo partito sin dall'inizio aveva ragione per quel che riguarda gli aiuti alla Grecia e la crisi dei migranti.

Secondo il ministro finlandese, "UE non rispetta le proprie regole. La casa che entra in contraddizione con se stessa rischia di crollare. Quando finiscono i soldi, l'amore se ne va".

"Molti sono irritati dal fatto che i Veri Finlandesi facciano parte del governo. Eppure, i risultati della votazione sono veri, il partito non intende mollare a nessuno e non si arrende", — ha scritto il ministro. Timo Soini ha rilevato che i Veri Finlandesi non sono gli unici in Europa e non intendono rinunciare alla loro attività in Finlandia.

In precedenza, in un'intervista all'agenzia di stampa finlandese STT, Soini osservava che la priorità potrebbe essere data ai profughi provenienti dai paesi cristiani.

"Slovacchia, Polonia e alcuni altri paesi hanno proposto una cosa del genere, e non credo che stiano sbagliando", — ha dichiarato Soini.    

Correlati:

“L'Europa deve dire ai migranti di non poter accogliere tutti”
Migranti, pellegrinaggio a piedi dall'Ungheria verso l'Austria
Migranti, il dramma in diretta in Europa
Tags:
Crisi dei migranti, Timo Soini, Ministro degli Esteri, Finlandia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook