14:53 26 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 12°C
    I reclutamenti di miliziani jihadisti – ha spiegato Umakhanov – passa attraverso diversi canali e strutture, dalle scuole ai mezzi di comunicazione, fino alle organizzazioni religiose

    Russia, al via campagna contro i reclutamenti dello Stato Islamico

    Adel Hana
    Politica
    URL abbreviato
    321842

    Lo ha annunciato Ilyas Umakhanov, vice presidente della Camera alta del Parlamento russo, dopo un incontro con Ali Haidar, ministro siriano della Riconciliazione nazionale

    Il governo russo ha dato inizio a una campagna su larga scala al fine di stroncare la nuova ondata di reclutamenti di giovani combattenti avviata in Russia dallo Stato islamico. Lo ha annunciato Ilyas Umakhanov, vice presidente della Camera alta del Parlamento russo, dopo un incontro con Ali Haidar, ministro siriano della Riconciliazione nazionale. L'attività di contrasto alla nuova ondata di reclutamenti di miliziani jihadisti — ha spiegato Umakhanov — passa attraverso diversi canali e strutture, dalle scuole ai mezzi di comunicazione, fino alle organizzazioni religiose.

     

    Una task force di esperti della UE combatte contro la propaganda dello Stato Islamico e di Al Qaeda su internet, ma senza troppi progressi
    © AFP 2017/ Joseph Eid
    Una task force di esperti della UE combatte contro la propaganda dello "Stato Islamico" e di "Al Qaeda" su internet, ma senza troppi progressi

    Il successo del processo politico in Siria — ha proseguito l'esponente politico russo — dipende dagli sforzi congiunti di coloro che lottano per combattere il terrorismo e l'influenza dello Stato islamico.

    Molti cittadini russi e della Comunità degli stati indipendenti (Cis, Commonwealth of independent states) — ha ammesso Umakhanov — sono fra i 20 mila stranieri entrati nei ranghi dello Stato islamico: "Alcuni sono stati plagiati, altri sono semplicemente dei criminali che hanno trovato rifugio lì", ha spiegato.

    Nonostante un generale calo delle attività commerciali bilaterali, la cooperazione a livello militare e tecnico fra Russia e Siria — ha osservato poi Umakhanov — continua ad andare avanti.

    Correlati:

    Sposa di un terrorista: ISIS offre la mano, il cuore e la jihad
    Russia, Europa e Usa si uniscano contro la jihad
    Tags:
    jihadisti, reclutamenti, Camera Alta, Ali Heidar, Russia, Siria
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik